martedì 28 novembre 2017

RIFIUTI E INQUINAMENTO ACUSTICO, DUE INTERPELLANZE DEL M5S

La seduta del consiglio comunale di giovedì sera, in programma alle 20.30 presso la sala consiliare, sarà aperta da due interpellanze del MoVimento 5 Stelle.
Rifiuti. Il 18 ottobre scorso è stata pubblicata la risposta scritta all’interrogazione parlamentare del nostro portavoce alla Camera, Giuseppe L’Abbate, dell’8 marzo 2017, che richiedeva se la “quota variabile sulla Tassa sui rifiuti (Tari) vada calcolata una sola volta per tipologia di occupazione (ad esempio per l’utenza domestica), pur se questa risulti costituita da più superfici".
Dalla risposta del Ministero è emerso che “si deve quindi ricavare la regola generale, applicabile al caso prospettato nell’interrogazione di che trattasi, secondo la quale la parte variabile va computata una sola volta, considerando l’intera superficie dell’utenza composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze situate nello stesso comune”. Questo avrebbe provocato possibili errori nel calcolo della Tari in numerosi comuni italiani.
Così abbiamo presentato un'interpellanza per chiedere se le modalità di calcolo, adottate dal Comune di Suzzara nell’ambito della determinazione delle tariffe per il corrispettivo dei rifiuti, siano corrette in base a quanto stabilito nella citata risposta del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Nel caso di modalità non corretta, abbiamo chiesto se sia intenzione dell’Amministrazione procedere ad una variazione del bilancio preventivo, a fronte di probabili future richieste di rimborso degli importi non dovuti, da parte dei contribuenti.
Inquinamento acustico. Dalle informazioni apprese recentemente dalla stampa locale, i cittadini della frazione di Brusatasso, che risiedono a poca distanza dalla carreggiata del tratto di strada provinciale n.49, che prende il nome di via della Pace, da tempo si lamentano dell’eccessivo rumore, sia nelle ore diurne che notturne, provocato dall’intenso transito degli automezzi pesanti lungo questa direttrice, che collega il casello autostradale di Pegognaga alla Cispadana. Il rumore sarebbe provocato dal pessimo stato del manto stradale caratterizzato da numerose buche e avvallamenti.
Nonostante, secondo quanto appreso, la questione sia stata più volte portata all’attenzione delle istituzioni competenti, la situazione permane critica e insostenibile, incidendo pesantemente sulla vivibilità della zona. Con la nostra interpellanza, abbiamo chiesto se siano previsti a breve interventi di manutenzione e/o rifacimento del manto stradale con tecnologie e materiali atti a ridurre il rumore prodotto dal traffico veicolare. Inoltre, abbiamo invitato l’amministrazione comunale ad attivarsi presso la Provincia, affinché si arrivi nel più breve tempo possibile a una soluzione, al fine di tutelare la salute dei cittadini che abitano a ridosso di via della Pace.



Nessun commento:

Posta un commento