sabato 22 luglio 2017

SCUOLE E ADEGUAMENTO ANTISISMICO: ODG DEL M5S IN REGIONE

L'adeguamento degli edifici pubblici alle normative antisismiche è da sempre una delle nostre priorità, soprattutto dopo gli eventi sismici del 2012. In consiglio comunale, in questi anni, abbiamo più volte sollecitato la necessità di provvedere, innanzitutto, per la messa in sicurezza degli edifici scolastici.
In seguito a una nostra segnalazione, la prossima settimana il capogruppo pentastellato in consiglio regionale, Andrea Fiasconaro, presenterà un ordine del giorno per impegnare la giunta regionale a reperire le risorse finalizzate alla realizzazione del progetto di  adeguamento sismico dell’edificio scolastico che comprende i plessi "G. Pascoli"  e "C. Collodi” dell'istituto comprensivo "Il Milione".  "Nei giorni scorsi - ha spiegato Fiasconaro - abbiamo presentato questo progetto in commissione bilancio, dove purtroppo è stato bocciato. Lo ripresenteremo in aula la prossima settimana sotto forma di ordine del giorno per chiedere un impegno formale alle giunta regionale. Questo progetto preliminare, che è stato commissionato nel 2014 dal Comune di Suzzara, ma non è ancora finanziato, nonostante sia stato candidato a diversi bandi regionali, ha lo scopo di ridurre la vulnerabilità sismica di uno dei maggiori plessi scolastici comunali del territorio suzzarese. Il costo totale dell'opera è di circa 1 milione di euro. Si tratta di un intervento importante per la sicurezza dei nostri ragazzi, che frequentano la scuola e per tutti gli operatori scolastici”.

mercoledì 19 luglio 2017

UN PASSO ALLA VOLTA...

Un'altra serata di confronto e partecipazione con i cittadini di Suzzara. Grazie a tutte le persone che lunedì sera hanno scelto di incontrarci in sala civica per informarsi sulle nostre attività e portarci i loro preziosi contributi in termini di osservazioni, proposte e suggerimenti per il bene della comunità.
E' stata una serata particolarmente significativa, anche perché ci ha permesso di conoscere nuovi simpatizzanti interessati a entrare a far parte del nostro gruppo di attivisti e questo è motivo di orgoglio e soddisfazione per andare avanti con sempre maggiore convinzione ed energia.
Grazie anche al nostro capogruppo in Regione Lombardia, Andrea Fiasconaro, che ha partecipato all'incontro, aggiornandoci su progetti e iniziative portate avanti dal M5S. Solo facendo rete a tutti livelli riusciremo a raggiungere i nostri obiettivi. Avanti così.

martedì 11 luglio 2017

LUNEDI' 17 LUGLIO INCONTRO CON I CITTADINI

Lunedì 17 luglio, alle ore 21, alla sala civica di via Montecchi, come consuetudine, il MoVimento 5 Stelle organizza un incontro con i cittadini di Suzzara per ascoltare problemi, proposte o suggerimenti, individuando possibili soluzioni.
Inoltre, si parlerà di diverse tematiche: l'attività del gruppo in consiglio comunale, le questioni sollevate recentemente relative alle aree sportive, le condizioni delle aree verdi, la viabilità e molto altro.
Interverranno i portavoce del MoVimento in consiglio comunale e il capogruppo del M5S in Regione Lombardia, Andrea Fiasconaro.
Sarà anche un'occasione per incontrare e conoscere persone che fossero interessate a partecipare alle attività del nostro gruppo. Vi aspettiamo!

giovedì 15 giugno 2017

AIUTI ALLE NUOVE IMPRESE E RECUPERO DEL PATRIMONIO EDILIZIO: MOZIONE M5S APPROVATA

Importante risultato conseguito martedì sera in consiglio comunale con l'approvazione della nostra mozione finalizzata a coniugare promozione economica e recupero del patrimonio edilizio esistente.
Nel territorio comunale sono presenti numerosi edifici sfitti o inutilizzati, alcuni dei quali versano in uno stato di degrado e abbandono da anni e necessiterebbero di opere di riqualificazione. Riteniamo che lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali, che comportino la riqualificazione di spazi esistenti e inutilizzati, potrebbe migliorare le condizioni e l’attrattività del territorio circostante e favorire la crescita di tutta l’economia di indotto collegata.
Partendo da questi presupposti, con questa mozione abbiamo chiesto di prevedere forme di locazione gratuita e agevolazione fiscale per un massimo di tre anni per chi richieda di collocare in spazi di proprietà comunale, agibili ma inutilizzati, una nuova attività imprenditoriale o una attività in essere da meno di un anno e provveda nel contempo (ove necessario) ad opere di riqualificazione degli stessi e alla loro manutenzione e cura durante tale periodo di utilizzo; di prevedere forme di agevolazione fiscale per un massimo di tre anni per chi decida di intraprendere una nuova attività o lo abbia fatto da meno di un anno, occupando uno spazio di proprietà privata, agibile, situato nel territorio comunale e inutilizzato da almeno dodici mesi; di valutare la possibilità e la fattibilità di favorire le condizioni per la nascita in questi locali di spazi di “Coworking”, cioè di spazi condivisi da più professionisti indipendenti, seguendo le esperienze maturate in importanti realtà territoriali a noi vicine come Reggio Emilia e Mantova.
La mozione è stata approvata a maggioranza con un emendamento, presentato dal Pd, che alla possibilità di usufruire di agevolazioni fiscali ha aggiunto quella di concedere contributi ad hoc a queste attività. Forza Italia e Suzzara Civica hanno votato contro.

mercoledì 14 giugno 2017

SPANDIMENTO FANGHI, MOZIONE BOCCIATA

Ieri sera ancora una volta ci siamo scontrati con una decisione sorprendente della maggioranza, che ha bocciato la mozione del MoVimento 5 Stelle che proponeva di dotarsi di un regolamento per lo spandimento dei fanghi in agricoltura, un fenomeno in crescita in Lombardia.
I rischi derivanti dallo spandimento fanghi nei campi agricoli sono molteplici: producono molestie olfattive e contengono sostanze inquinanti e agenti patogeni derivanti dalle attività industriali e artigianali e dagli scarichi domestici, che non sarebbero individuati dalla legge nazionale vigente.
Se prendiamo ad esempio la realtà della provincia di Pavia, meta della maggior concentrazione nazionale di spandimento fanghi, vediamo che in quell’area si registrano i dati epidemiologici più preoccupanti rispetto al resto della regione Lombardia, con un’incidenza di tumori record nazionale. La correlazione con l’inquinamento di suoli e falde non può essere esclusa. L’aria a giorni alterni è pulita in Pianura Padana, le falde, una volta impattate da antibiotici, nitrati, solventi e pesticidi non si ripuliscono facilmente. Nei fanghi usati in agricoltura potrebbero esserci particelle, che non hanno mai fatto parte del ciclo della natura e che il terreno non recepisce: negli anni possono inquinare la falda acquifera ed i terreni finendo nell’acqua e nel cibo.
Con queste premesse e con un solido apparato normativo, che dimostra come i Comuni siano legittimati a stabilire le aree in cui tale attività è consentita e di converso le aree in cui invece è vietata, abbiamo proposto all'amministrazione comunale di dotarsi di un regolamento, come già fatto dal Comune di Rodigo nel 2012, proponendo anche un modello concreto, predisposto dal Consorzio Tutela Suoli Agricoli Lombardi.
Ma non c'è stato nulla da fare. Secondo la maggioranza Pd, non vi è la necessità di normare questa attività a livello comunale. Sulla stessa linea anche l'opposizione con Suzzara Civica che ha ribadito come si debba stare attenti a non ledere le attività produttive.
Per noi al primo posto vengono la salute dei cittadini e la tutela dell'ambiente. Questione di punti di vista, ovviamente. Giudicate voi.

martedì 13 giugno 2017

TRAFFICO, AIUTI ALL'IMPRENDITORIA E FANGHI: TRE MOZIONI DEL M5S IN CONSIGLIO

Questa sera, alle ore 21, torna a riunirsi il consiglio comunale per esaurire la trattazione di una serie di atti rimasti in sospeso ormai da diversi mesi. Tre sono le mozioni del MoVimento 5 Stelle.
Via Nievo - Via Villa Inferiore: accogliendo le istanze presentate dal comitato di cittadini, denominato "Petizione 18246", chiediamo che venga aggiornata e resa ben visibile la segnaletica indicante il divieto di transito in via Nievo – via Villa Inferiore per gli automezzi pesanti in entrambe le direzioni di marcia; che venga rimossa o modificata la segnaletica presente in via Marx, che invita a svoltare verso via Villa Inferiore per raggiungere aziende e realtà produttive situate all’altro capo della città e raggiungibili anche da altre direzioni esistenti; che vengano apposti cartelli segnaletici di obbligo di spegnimento del motore delle autovetture ferme in prossimità del passaggio a livello di via Villa Inferiore, in entrambe le carreggiate, mettendo in atto un’adeguata vigilanza del provvedimento, come previsto dal regolamento comunale di polizia urbana.
Aiuti alla nuova imprenditoria: chiediamo l'impegno dell'amministrazione a valutare la possibilità, compatibilmente con le risorse disponibili di prevedere forme di locazione gratuita e agevolazione fiscale per un massimo di tre anni per chi richieda di collocare in spazi di proprietà comunale, agibili ma inutilizzati, una nuova attività imprenditoriale o una attività in essere da meno di un anno e provveda nel contempo (ove necessario) ad opere di riqualificazione degli stessi e alla loro manutenzione e cura durante tale periodo di utilizzo; di prevedere forme di agevolazione fiscale per un massimo di tre anni per chi decida di intraprendere una nuova attività o lo abbia fatto da meno di un anno, occupando uno spazio di proprietà privata, agibile, situato nel territorio comunale e inutilizzato da almeno dodici mesi.
Limiti allo spandimento dei fanghi: chiediamo all'amministrazione di dotarsi di un regolamento sull’impiego dei fertilizzanti sui suoli del territorio comunale, contenente anche disposizioni sanzionatorie come già hanno fatto alcuni Comuni lombardi, come ad es. il Comune di Rodigo, e come predisposto dal Comitato Tutela Suoli Agricoli Lombardi.
La seduta si può seguire anche in streaming dal sito del Comune di Suzzara.

martedì 6 giugno 2017

SABATO 17 GIUGNO IL M5S IN PIAZZA A SUZZARA

Sabato 17 giugno, dalle 10 alle 12, saremo in piazza con il nostro gazebo informativo per incontrare i cittadini di Suzzara. Ci troverete in via XI Febbraio, in prossimità della torre civica.
Ci saranno i nostri attivisti e i due portavoce in consiglio comunale per ascoltare le vostre proposte e suggerimenti, per confrontarsi sui problemi della città.
Inoltre, continua la raccolta firme per richiedere l'installazione delle casette dell'acqua. Vi aspettiamo numerosi!

mercoledì 24 maggio 2017

VIA NIEVO, IL 1 GIUGNO IL SOPRALLUOGO CON ARPA

Si terrà il 1 giugno il sopralluogo per l'installazione della centralina mobile per la rilevazione della qualità dell'aria in via Nievo-via Villa Inferiore. Lo ha comunicato l'assessore Bianchi in risposta alla nostra interpellanza, presentata stasera in consiglio comunale. A distanza di quattro mesi dalla comunicazione di Arpa, finalmente avviene questo sopralluogo. La rilevazione sarà effettuata in due periodi: secondo quanto abbiamo appreso stasera, a fine estate ed entro la fine dell'anno nel periodo invernale. Abbiamo chiesto che la prima rilevazione avvenga non in agosto, per ovvi motivi, visto che si tratta del mese, dati alla mano, meno significativo dal punto di vista del traffico veicolare.
La centralina, invece, per la rilevazione dell'inquinamento acustico nella stessa via, chiesta dal M5S con una mozione approvata lo scorso anno dal consiglio comunale, sarà posata nei prossimi giorni.
Il terzo quesito della nostra interpellanza chiedeva alla maggioranza Pd se, nel frattempo, avesse individuato possibili strategie e soluzioni per tentare di ridurre il traffico veicolare lungo le vie in oggetto. La risposta è stata secca: "No". Giudicate voi!

lunedì 22 maggio 2017

MERCOLEDI' TORNA IL CONSIGLIO: 4 INTERPELLANZE E 4 MOZIONI DEL M5S

Mercoledì 24 maggio, alle ore 20.30, torna a riunirsi il consiglio comunale. La seduta in sala consiliare sarà aperta dalla sessione del question time, nel corso della quale presenteremo quattro nostre interpellanze. Chiederemo informazioni sulla situazione di degrado del parco di San Colombano e sull'abbandono di un edificio mai completato, situato nella frazione di Riva in via Soldati; cercheremo di saperne di più sull'avvio del monitoraggio della qualità dell'aria in via Nievo e su un problema riguardante la sicurezza di via Zara Chiaviche nella frazione di San Prospero.
Dopo la discussione sul rendiconto finanziario, dovrebbero essere trattate le nostre mozioni ormai in sospeso da diversi mesi: due riguardano ancora via Nievo e via Villa Inferiore, una presenta una proposta di aiuto alla nuova imprenditoria e l'ultima è relativa alla richiesta di limitare lo spandimento dei fanghi in agricoltura. Ben difficilmente saranno affrontate tutte nel corso di questa seduta e si slitterà ancora in avanti. Pensate che la prima mozione risale addirittura al 16 dicembre dello scorso anno...

lunedì 15 maggio 2017

COME AMMINISTRA IL M5S: ASSEMBLEA PUBBLICA

A Suzzara, venerdì prossimo 19 maggio, alle ore 21, presso la sala civica di via Montecchi, si parlerà di come amministra il MoVimento 5 Stelle. Ospite della serata il sindaco pentastellato di Vimercate, Francesco Sartini; con lui ci saranno anche i consiglieri regionali Andrea Fiasconaro e Stefano Buffagni. Interverranno anche portavoce della nostra provincia e di quelle vicine per dialogare e confrontarsi sui temi più attuali che coinvolgono la cittadinanza: ambiente, inquinamento, mobilità ecosostenibile, valorizzazione delle risorse del territorio ecc... Sarà un'occasione con cui ancora una volta il M5S di Suzzara intende coinvolgere i cittadini e le istituzioni in un dialogo costante e costruttivo.

giovedì 11 maggio 2017

SABATO 13 MAGGIO IL M5S INCONTRA I CITTADINI

Sabato 13 maggio dalle 10 alle 12 torneremo in piazza con il nostro gazebo informativo per incontrare i cittadini di Suzzara. Ci troverete in via XI Febbraio, in prossimità della torre civica. Ci saranno i nostri attivisti e i due portavoce in consiglio comunale per ascoltare proposte e suggerimenti, per confrontarsi sui problemi della città. Inoltre, proseguiremo la raccolta firme per richiedere l'installazione delle casette dell'acqua. Vi aspettiamo numerosi!

sabato 6 maggio 2017

CONSIGLIO COMUNALE APERTO SUL LAVORO LUNEDI' 8 MAGGIO

Lunedì sera, 8 maggio, alle ore 21 presso la sala consiliare, si terrà la seduta del consiglio comunale aperto sul lavoro, richiesto dal MoVimento 5 Stelle.
Nel documento della convocazione è specificato che per intervenire occorre presentare una domanda di partecipazione entro le ore 10 di lunedì 8 maggio, inviandola via email al Comune. Vogliamo ribadire ciò che avevamo chiesto fosse ben specificato nella convocazione, ma che, invece, non è stato scritto:
I CITTADINI POTRANNO INTERVENIRE ANCHE CHIEDENDO LA PAROLA LA SERA STESSA DEL CONSIGLIO!!! Nelle nostre intenzioni questa seduta deve essere un'occasione di confronto a 360 gradi tra istituzioni e cittadini, non una noiosa sequenza di discorsi politici.
Vi aspettiamo lunedì sera in sala consiliare! Partecipate e dite la vostra!

giovedì 4 maggio 2017

"COME AMMINISTRA IL M5S": ASSEMBLEA PUBBLICA IL 19 MAGGIO A SUZZARA

"Come amministra il MoVimento 5 Stelle": questo è il tema dell'incontro pubblico, che si terrà il prossimo 19 maggio alle ore 21 a Suzzara. Ne parleremo insieme al sindaco pentastellato di Vimercate, Francesco Sartini, al capogruppo del M5S in Regione Lombardia, Andrea Fiasconaro, e al suo collega consigliere Stefano Buffagni.
Sarà un'occasione per ascoltare l'esperienza di un sindaco del M5S di un comune, Vimercate, simile per dimensioni abitative a Suzzara, anche attraverso un confronto con i nostri portavoce in Regione e altri consiglieri comunali del M5S della nostra provincia sulle problematiche più attuali e sentite dalla cittadinanza. L'assemblea si terrà presso la sala civica di via Montecchi.

giovedì 20 aprile 2017

SPANDIMENTO FANGHI, MOZIONE DEL M5S

Raccogliendo l’invito del nostro gruppo regionale, il MoVimento 5 Stelle di Suzzara ha depositato una mozione per arginare il fenomeno dello spandimento dei fanghi in agricoltura e vietarne lo spandimento in una fascia di rispetto di 500 metri dalle abitazioni.
A livello parlamentare il M5S ha recentemente presentato una risoluzione, a prima firma del deputato M5S Alberto Zolezzi, che chiede al Governo di assumere iniziative per definire criteri di tutela dei suoli e delle falde. A livello regionale, in Lombardia, il 6 novembre 2015, è stata depositata un’interrogazione che solleva le criticità legate allo spandimento fanghi e chiede alla Giunta regionale una revisione della Legge regionale in materia, nonché un cambio di rotta nelle politiche di gestione rifiuti, con la finalità di creare una rete regionale di piccoli impianti di riciclo/riuso dei rifiuti.
Con questa mozione chiediamo l’intervento dell’amministrazione comunale per limitare sempre più lo spandimento indiscriminato dei fanghi. Anche i Comuni, infatti, hanno potestà in materia, come ha confermato una recente sentenza del Consiglio di Stato. Nella mozione, quindi, chiediamo al Comune di Suzzara di dotarsi di un regolamento sull’impiego dei fertilizzanti sui suoli del territorio comunale, contenente anche disposizioni sanzionatorie come già hanno fatto alcuni Comuni lombardi, come ad esempio il Comune di Rodigo ed alcune Province. Per questo motivo abbiamo allegato a questa mozione come proposta di regolamento quello predisposto dal Comitato Tutela Suoli Agricoli Lombardi.
Numerosi studi e ricerche hanno evidenziato il rischio che lo spandimento di fanghi in agricoltura, anche là dove questo avvenga nel rispetto dei limiti di legge, possa dare origine a fenomeni di accumulo negli anni di sostanze inquinanti e pericolose per la salute, in particolare di metalli pesanti, diossine e inquinanti organici tra cui i principi attivi dei medicinali di uso quotidiano nonché altri prodotti utilizzati per la cura e l’igiene personale. I fanghi di depurazione, infatti, non contengono solamente sostanze nutritive per le piante, come il fosforo e l’azoto, ma anche tutta una serie di inquinanti e di agenti patogeni, sostanze chimiche e farmaceutiche, derivanti dalle attività industriali e artigianali e dagli scarichi domestici.

mercoledì 5 aprile 2017

PARCO DI SAN COLOMBANO: CRITICITA' E PROPOSTE

Il MoVimento 5 Stelle ha depositato nei giorni scorsi un'interpellanza per conoscere la modalità e la frequenza degli interventi di manutenzione del Parco di San Colombano, un'importante attrattiva per i cittadini suzzaresi e, in generale, per il turismo naturalistico.
Purtroppo il fenomeno dell’abbandono selvaggio dei rifiuti non risparmia nemmeno l’area golenale e il parco,anzi spesso essi diventano, per le loro caratteristiche di essere isolati e non controllati, luoghi di elezione per disfarsi illecitamente dei rifiuti.
Le zone del parco, prive di controlli, diventano sempre più spesso scenario di inciviltà di varia natura, che va dall’abbandono di rifiuti dopo un pic-nic all’accensione di fuochi liberi (nel parco ve ne sono numerose tracce), al passaggio con mezzi motorizzati in zone in cui è vietato, solo per fare alcuni esempi.
All’inciviltà si aggiunge l’incuria, come testimoniato da staccionate rotte diventate anche pericolose, ponticelli e strutture ammalorate, dai barbecue scomparsi e mai ripristinati.
Si ha la sensazione che il Parco sia di notte che di giorno diventi una “terra di nessuno”, privo di controlli e di manutenzione, che la bellezza della natura sia sempre violata dall'inciviltà del singolo e dall'incuria delle istituzioni e non si riesca mai a goderne appieno.
Con questa interpellanza abbiamo chiesto interventi immediati per porre rimedio alle problematiche esistenti e se non sia giunto il momento di pensare a possibili soluzioni per garantire al parco San Colombano controlli, sorveglianza e cure più adeguati, coinvolgendo magari le associazioni presenti o addirittura pensando ad un ruolo attivo, nella sorveglianza e nella risoluzione immediata di piccole problematiche, della Protezione Civile, quando non sia impegnata in situazioni più critiche; nonché l’installazione di telecamere anche in quel luogo come deterrente per le pratiche scorrette e pericolose e come sistema di sorveglianza da remoto.

martedì 4 aprile 2017

SABATO IN VIA MAZZINI A SUZZARA CON IL NOSTRO GAZEBO

Sabato 8 aprile dalle 10 alle 12 torneremo in piazza con il nostro gazebo informativo per incontrare i cittadini di Suzzara. Questa volta saremo in via Mazzini, in prossimità di piazza Garibaldi. Ci saranno i nostri attivisti e i due portavoce in consiglio comunale per ascoltare proposte e suggerimenti, per confrontarsi sui problemi della città. Verrà a trovarci anche il nostro consigliere regionale Andrea Fiasconaro.
Continueremo la raccolta di firme per chiedere l'installazione a Suzzara delle casette dell'acqua, in seguito alle numerose richieste pervenute dai cittadini. L'obiettivo è di tornare il prima possibile in consiglio comunale per chiedere nuovamente di favorire la realizzazione di ciò che in numerosi altri comuni, anche vicini, è da tempo realtà.
Come ricorderete, infatti, circa due anni fa, il M5S ha già presentato una mozione sulle casette, che è stata bocciata da TUTTE le forze politiche suzzaresi (sia di maggioranza che di minoranza) nella seduta del 24 aprile 2015. Eppure grazie all’installazione delle “casette dell’acqua” il Comune potrebbe offrire un servizio che permetterebbe di attuare una notevole riduzione dei rifiuti, in quanto le cosiddette bottiglie in PET costituiscono una delle principali componenti dei rifiuti solidi urbani con tutto ciò che ne consegue (consumo di combustibile fossile per la produzione, smaltimento e inquinamento ambientale).
Non solo: grazie a questi punti acqua sarebbe possibile procurare un considerevole risparmio economico ai cittadini, in quanto, solitamente, il prezzo di vendita dell'acqua tramite questi strumenti è poco più che simbolico, ma sufficiente tuttavia a sostenere i costi manutentivi dell’esercizio degli stessi.
Quindi, via aspettiamo numerosi sabato mattina in via Mazzini.

lunedì 27 marzo 2017

NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE...

Siamo in consiglio comunale per l'approvazione del bilancio. Si inizia con il costo dei servizi a domanda individuale. Anche quest'anno per la galleria d'arte si prevede un costo pari a 247mila euro a fronte di appena 8mila euro di entrate. Facendo due conti, in questi primi tre anni di legislatura la galleria è costata qualcosa come oltre 700mila euro.
Abbiamo più volte chiesto un piano di rilancio di quello che riteniamo essere il patrimonio culturale più importante della nostra città, una delle vere eccellenze su cui costruire l'attrattività del nostro territorio. Tutte le attività che vengono svolte sul piano della didattica con le scuole della città e del territorio provinciale sono sicuramente ottime e vanno benissimo, ma, a nostro avviso, il costo della galleria e lo straordinario spessore del suo patrimonio artistico meriterebbero molto di più, ovvero di entrare in circuiti nazionali e internazionali, come altre realtà più piccole della nostra e forse meno meritevoli hanno saputo fare.
Dopo avere a lungo invocato un'inversione di tendenza di questo tipo e non ravvisando da parte della maggioranza segnali in questa direzione, ritrovandoci ogni anno a discutere sugli stessi numeri, riteniamo che queste cifre siano inaccettabili e per questo motivo abbiamo chiesto le dimissioni dell'assessore alla cultura. La richiesta è stata giudicata "vergognosa" dal Pd.

martedì 21 marzo 2017

STRADA RONCOBONOLDO: LA ROTONDA SI ALLONTANA...

L’intenzione dell’amministrazione comunale di mettere in sicurezza l’attraversamento del pericolosissimo incrocio tra la Cispadana e strada Roncobonoldo, tramite l’installazione di un impianto semaforico, presentata ieri sera alla cittadinanza, purtroppo allontana ancora di più la realizzazione dell’unica opera, che, forse, potrebbe risolvere questa annosa problematica, ovvero la creazione di una rotatoria.
Una soluzione invocata e richiesta da anni, ma che - come abbiamo appreso ieri sera - sembra slitterà in modo indeterminato alla prossima legislatura. Per questo mandato, sembra di capire che la maggioranza punti sulla rotonda di via Allende e nel frattempo provi a “tamponare” il problema di Roncobonoldo.
Siamo di fronte, ancora una volta, a una non-decisione, senza considerare che, fra l’altro, l’impianto semaforico potrebbe portare alla creazione di interminabili incolonnamenti, andando ad aumentare ancora una volta la quantità di smog e rumore di questa zona della città.
L’anno scorso con la serie di interventi denominati “sedici cantieri” sono stati investiti quasi tre milioni di euro in opere pubbliche: magari i cantieri avrebbero potuto essere solo dieci, ma si sarebbe potuto iniziare a realizzare questa benedetta rotatoria, il cui costo si aggirerebbe attorno ai 600mila euro. Inoltre, quest’anno saranno stanziati circa 218 mila euro per il recupero delle facciate del teatro “Guido”, un’opera, forse, che in un’ipotetica scala delle priorità non dovrebbe essere ai primi posti, secondo noi.
Ancora una volta tutto si riduce a una serie di scelte politiche, su cui i cittadini dovrebbero fare ben più di una riflessione. E ricordiamoci anche che non è possibile risolvere la questione di strada Roncobonoldo senza considerare il problema della viabilità della zona nel suo insieme, comprendendo anche la questione di via Villa Inferiore e via Nievo.

martedì 14 marzo 2017

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare tutte le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.

Teatro Guido: continuiamo a non capire...
Dopo aver appreso che nella prossima primavera sarebbe previsto l’avvio dei lavori di recupero della facciata del teatro per un importo complessivo di circa 280mila euro e che sarebbe stata condotta un’indagine strutturale sulle condizioni complessive dello stabile, abbiamo chiesto con un'interpellanza di illustrare al consiglio comunale le modalità e le fasi dell’intervento di recupero, di relazionare sull’esito dell’indagine strutturale condotta sull’edificio e di precisare se l’amministrazione abbia già individuato alcune prospettive di utilizzo concrete per lo stabile.
Le risposte che abbiamo ricevuto ieri sera non ci hanno per nulla soddisfatto.
Abbiamo appreso che è in corso la valutazione del progetto definitivo da parte della Soprintendenza dei beni architettonici e che, una volta ottenuto il parere, si darà il via alla progettazione esecutiva. In questa fase di attesa, verrà condotta una serie di analisi più approfondite sia sulla struttura che sui materiali del teatro, al fine di capire eventuali criticità. In particolare, relativamente all'indagine strutturale, la stessa non è ancora stata eseguita e inizierà non appena sarà firmato il contratto.
Abbiamo rimarcato che questa verifica sulla solidità dello stabile, secondo noi, avrebbe dovuto essere realizzata prima di avviare qualsiasi progettazione di recupero delle facciate.
In merito, infine, alle prospettive di utilizzo la risposta è stata generica, nel senso che si ipotizza un futuro utilizzo polifunzionale, sempre che si dovesse un domani riuscire a recuperare l'edificio nella sua completezza, cosa al momento decisamente poco probabile. Insomma, a nostro avviso, vi erano altre priorità meritevoli di una spesa simile. Ai cittadini, ovviamente, spetta giudicare se sia stata una scelta politica azzeccata o meno.

Misure contro l'abbandono selvaggio dei rifiuti e per la sicurezza dei parchi
Con un'altra interpellanza abbiamo chiesto di illustrare al consiglio comunale tempi, quantità e modalità di installazione sul territorio comunale dei cestini per la raccolta differenziata, di indicare quali modalità di intervento e strumenti siano stati individuati dall’amministrazione comunale per combattere il fenomeno dell’abbandono selvaggio di rifiuti e di precisare come l’amministrazione intenda risolvere i problemi relativi alla gestione e alla salvaguardia della sicurezza delle aree verdi e dei parchi pubblici.
L'assessore Bianchi ha comunicato che sono in corso di installazione cinque nuovi cestini per le deiezioni canine (nelle zone di Brusatasso, Riva, "skate park", area verde nei pressi del supermercato "Unes" e via Luppi Menotti), raccogliendo di fatto la richiesta già avanzata dal M5S di incrementare il numero di cestini presenti, e che entro la fine del mese saranno posizionati cinque punti forniti di cestini per la raccolta differenziata, uno dei quali sarà collocato a servizio del centro storico. Siccome qualcuno a volte se lo dimentica, è bene ricordare che si tratta di un obiettivo raggiunto anche grazie a una mozione del M5S, che fu approvata dal consiglio comunale nel febbraio del 2016.
Per contrastare l'abbandono di rifiuti è stata istituita la polizia ambientale, che già in questi primi giorni di lavoro ha elevato un buon numero di sanzioni, e sono stati avviati importanti investimenti per incrementare il numero di videocamere di sorveglianza sul territorio, in particolare, nei parchi e nelle aree verdi.

Piano finanziario relativo alla gestione del servizio rifiuti
Gran parte della seduta è stata dedicata al servizio rifiuti e al primo piano finanziario dopo il nuovo affidamento decennale a Mantova Ambiente. Abbiamo espresso le nostre perplessità e alcune richieste, che purtroppo non trovano risposta adeguata da anni.
Abbiamo chiesto:
- di aumentare il numero di svuotamenti della plastica, passando da una raccolta quindicinale a settimanale;
- di incrementare il numero di ore di apertura della piattaforma ecologica;
- di svincolare, come già avviene in alcune realtà, il riferimento alla metratura dell'immobile dal calcolo della tariffa delle utenze domestiche, che andrebbero calcolate solo sul numero di componenti del nucleo familiare (i muri non producono rifiuti!);
- di individuare forme di premialità per i cittadini, che con impegno e sacrificio hanno consentito al nostro Comune di raggiungere ottimi risultati sul piano della raccolta differenziata.
Sulla mancata installazione degli ecocompattatori, approvati dal consiglio comunale oltre due anni fa con una mozione del M5S, ancora nessuna risposta, così come sugli interventi previsti per migliorare la situazione di caos che si genera presso la piattaforma ecologica.
Infine, anche quest'anno la relazione che accompagna la documentazione parla dell'importanza di arrivare ad una riduzione dei rifiuti prodotti, ma, dati alla mano, la quantità di rifiuti è in costante aumento. Abbiamo, quindi, chiesto quali misure siano previste per invertire la tendenza. La risposta di Mantova Ambiente ha toccato i temi dello spreco alimentare, del compostaggio, di una possibile futura regolamentazione che interessi anche il verde privato e del maggiore utilizzo dell'acqua del rubinetto, una soluzione quest'ultima difficilmente attuabile a Suzzara per ovvi motivi.
Il nostro voto, quindi, è stato chiaramente contrario. 


domenica 12 marzo 2017

LUNEDI' C'E' CONSIGLIO COMUNALE

Quando non si convoca un consiglio comunale per quasi tre mesi, succede che si arriva a una seduta con quasi venti punti all'ordine del giorno. Succederà proprio domani, lunedì sera, alle 20.30, quando la sala consiliare ospiterà il primo consiglio comunale suzzarese del 2017, nel corso del quale si tratterà, in particolare, del servizio rifiuti e delle relative tariffe.
Il programma prevede anche la trattazione di due interpellanze (una sul recupero del teatro Guido e una sull'abbandono selvaggio dei rifiuti), che apriranno la seduta, e di tre mozioni del M5S (due su via Nievo e una sugli aiuti per la nuova imprenditoria). L'invito, come sempre, è quello di partecipare alla seduta o di seguirla in diretta streaming sul sito web del Comune di Suzzara.

giovedì 9 marzo 2017

VIA ALLA RACCOLTA FIRME PER LE CASETTE DELL'ACQUA A SUZZARA

Sabato 11 marzo dalle 10 alle 12 saremo in via XI Febbraio, in prossimità della torre civica, con il nostro gazebo informativo per incontrare i cittadini. Lanceremo una raccolta di firme per chiedere l'installazione a Suzzara delle casette dell'acqua in seguito alle numerose richieste pervenute dai cittadini. L'obiettivo è di tornare il prima possibile in consiglio comunale per chiedere nuovamente di favorire la realizzazione di ciò che in numerosi altri comuni, anche vicini, è da tempo realtà.
Come ricorderete, infatti, circa due anni fa, il M5S ha già presentato una mozione sulle casette, che è stata bocciata da TUTTE le forze politiche suzzaresi (sia di maggioranza che di minoranza) nella seduta del 24 aprile 2015. Eppure grazie all’installazione delle “casette dell’acqua” il Comune potrebbe offrire un servizio che permetterebbe di attuare una notevole riduzione dei rifiuti, in quanto le cosiddette bottiglie in PET costituiscono una delle principali componenti dei rifiuti solidi urbani con tutto ciò che ne consegue (consumo di combustibile fossile per la produzione, smaltimento e inquinamento ambientale).
Non solo: grazie a questi punti acqua sarebbe possibile procurare un considerevole risparmio economico ai cittadini, in quanto, solitamente, il prezzo di vendita dell'acqua tramite questi strumenti è poco più che simbolico, ma sufficiente tuttavia a sostenere i costi manutentivi dell’esercizio degli stessi.
Quindi, via aspettiamo numerosi sabato mattina per l'inizio della raccolta firme.

martedì 7 marzo 2017

BANDO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA, IL M5S SCRIVE AL COMUNE

Gran parte delle sedi scolastiche dislocate nel territorio comunale presentano diverse criticità, come abbiamo evidenziato più volte nel corso della nostra attività in consiglio comunale e come emerso dagli incontri avuti con le famiglie, fra cui i due consigli comunali aperti dello scorso anno sulle problematiche scolastiche.
La Regione Lombardia ha recentemente approvato un bando per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica per la per la conservazione del patrimonio scolastico esistente. C'è tempo sino al prossimo 4 aprile per presentare domanda e nei giorni scorsi il MoVimento 5 Stelle ha chiesto che l'amministrazione comunale, dopo aver sentito gli organi direttivi dei due comprensivi e valutate le situazioni di maggiore criticità, predisponga tutta la documentazione necessaria al fine di partecipare al bando.
Fra le opere che possono essere finanziate vi sono ristrutturazioni per adeguamento alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza, interventi di adeguamento alle norme di agibilità degli edifici e abbattimento delle barriere architettoniche, interventi di adattamento o riadattamento di spazi interni, senza aumenti di cubatura, a seguito di incremento del numero degli allievi e interventi volti alla eliminazione dell’amianto.

sabato 4 marzo 2017

SEMPRE IN CONTATTO CON I CITTADINI

Grazie ai cittadini che giovedì sera sono venuti in sala civica al nostro consueto incontro aperto al pubblico per confrontarsi sui problemi della città. Si è parlato dell'abbandono selvaggio di rifiuti e delle problematiche relative alla raccolta, del recupero del teatro Guido, della situazione di via Nievo, del lavoro e della precarietà in cui versano molte famiglie suzzaresi. Grazie per avere partecipato con le vostre idee, proposte e osservazioni.
Il MoVimento 5 Stelle sarà di nuovo in mezzo alla gente sabato 11 marzo, in piazza Castello, con il suo gazebo informativo.

giovedì 2 marzo 2017

CIRCONDATI DAI RIFIUTI: INTERPELLANZA DEL M5S

Abbiamo presentato un'interpellanza, che sarà affrontata nel prossimo consiglio comunale, per denunciare il problema dell'abbandono selvaggio di rifiuti, un fenomeno, purtroppo, in aumento quasi in ogni angolo del territorio comunale e, in modo particolare, in prossimità delle aree verdi e dei parchi pubblici, come testimoniano le fotografie che abbiamo scattato in questi giorni.
I pochi cestini indifferenziati presenti qua e là sono spesso ricolmi di ogni tipo di rifiuto e, a volte, rimangono in questo stato per giorni.
Eppure il MoVimento 5 Stelle, con una mozione che è stata approvata dal consiglio comunale in data 11 aprile 2016, ha già chiesto l’installazione su tutto il territorio comunale di cestini per la raccolta differenziata e per la raccolta delle deiezioni canine.
Ad oggi, a distanza di quasi un anno, non vi è traccia di cestini per la raccolta differenziata e quelli per le deiezioni canine sono pochissimi e del tutto insufficienti a coprire il territorio comunale.
Inoltre, riteniamo che manchi un sistema adeguato di gestione e sorveglianza delle aree verdi e dei parchi pubblici, in grado di scoraggiare questi comportamenti scorretti e di garantire la sicurezza e la pulizia di suddette aree.
Con questa interpellanza abbiamo chiesto alla maggioranza di illustrare quantità e modalità di installazione sul territorio comunale dei cestini per la raccolta differenziata; di indicare quali modalità di intervento e strumenti siano stati individuati dall’amministrazione comunale per combattere il fenomeno dell’abbandono selvaggio di rifiuti; infine, di precisare come l’amministrazione intenda risolvere i problemi relativi alla gestione e alla salvaguardia della sicurezza delle aree verdi e dei parchi pubblici.

lunedì 27 febbraio 2017

AIUTI ALL'IMPRENDITORIA E RECUPERO DI SPAZI INUTILIZZATI, MOZIONE DEL M5S

Con una mozione depositata sabato scorso, abbiamo chiesto all’amministrazione comunale di valutare la possibilità di attuare misure ed agevolazioni a favore della nuova imprenditoria che scelga di ridare vita a spazi inutilizzati, sia di proprietà pubblica che privata.
Siamo convinti che tra i compiti di un’amministrazione comunale vi dovrebbe essere la promozione del territorio e delle opportunità che esso può offrire in relazione allo sviluppo economico, anche attraverso la creazione delle migliori condizioni, affinché sia incentivata la nascita di nuove imprese. Nel territorio comunale sono presenti numerosi edifici sfitti o inutilizzati, sia di proprietà pubblica che privata, alcuni dei quali versano in uno stato di abbandono da anni e necessiterebbero di opere di riqualificazione. Allora perché non cercare di conciliare questi due aspetti?.
In quest’ottica si inserisce la richiesta del M5S di prevedere forme di locazione gratuita e agevolazioni fiscali per un massimo di tre anni per le nuove attività che scelgano di recuperare uno spazio di proprietà comunale inutilizzato e di attuare misure di agevolazione fiscale, sempre per un massimo di tre anni, per chi decida di intraprendere una nuova attività, occupando uno spazio di proprietà privata, agibile, situato nel territorio comunale e inutilizzato da almeno dodici mesi.
Il M5S chiede, infine, di favorire le condizioni per la nascita in questi locali di spazi di “Coworking”, cioè di spazi condivisi da più professionisti indipendenti, seguendo le esperienze maturate in importanti realtà territoriali a noi vicine come Reggio Emilia e Mantova.

giovedì 23 febbraio 2017

IL 2 MARZO IL M5S INCONTRA I CITTADINI

Giovedì 2 marzo alle ore 21 alla sala civica di via Montecchi il MoVimento 5 Stelle organizza un incontro con i cittadini di Suzzara per ascoltare problemi, proposte o suggerimenti, individuando possibili soluzioni.
Si parlerà di diverse tematiche: l'attività del gruppo in consiglio comunale, le questioni ambientali relative all'inquinamento di via Nievo e all'abbandono selvaggio di rifiuti, le condizioni del centro storico e del comparto commerciale, il recupero del teatro "Guido" e molto altro.

domenica 12 febbraio 2017

IL M5S CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE APERTO SUL LAVORO

Abbiamo chiesto un consiglio comunale aperto sul tema del lavoro, un tema sul quale il MoVimento 5 Stelle in questi quasi tre anni di presenza a Suzzara ha sempre concentrato la sua attenzione, per esempio, sollevando la questione degli operai in esubero della ex Tasselli, toccando la questione dell’ondata di assunzioni da Brescia dell’Iveco, proponendo l’istituzione di un assegno civico o parlando di reddito di cittadinanza.
Più volte, trattando queste tematiche anche in consiglio comunale, abbiamo sostenuto che la maggioranza che governa la città non abbia l’esatta percezione di un problema, quello della perdita del lavoro e della difficoltà a trovare una nuova occupazione, molto diffuso anche nella nostra realtà, dipinta, spesso e a torto, come un’isola felice.
La realtà è fatta non solo di eccellenze, ma purtroppo anche di situazioni difficili, come quelle di quegli operai in esubero che da settembre hanno smesso di percepire il sostegno al reddito o di quelli che lo perderanno nei prossimi mesi, come quelle di chi non riesce ad uscire dalla precarietà e si barcamena come può. Molte di queste persone, come confermano i dati, hanno più di 45 anni: per loro in questi anni nulla è cambiato, nonostante fiumi di parole.
Cosa è stato fatto per cambiare la loro situazione in tutti questi mesi? Cosa si potrebbe fare? Non ci sono solo strade da asfaltare, ma anche persone, persone da ascoltare e sostenere in questi momenti di difficoltà senza dover arrivare ad epiloghi drammatici come purtroppo anche recentemente ci ha ricordato la cronaca dei giornali.
Riteniamo che questo problema dovrebbe essere una priorità da affrontare anche nella sede che per eccellenza rappresenta la comunità, ovvero in consiglio comunale, per sentire tutti insieme la voce anche di coloro che stanno duramente pagando il prezzo della crisi, spesso sentendosi abbandonati dalle istituzioni, e per ascoltare proposte o individuare possibili strumenti per favorire il reinserimento nel mondo del lavoro. Vorremmo, cioè, che si aprisse un’occasione di confronto tra amministratori, consiglieri e cittadini su questo tema, troppo spesso assente, a nostro avviso, nei discorsi e nelle azioni del Partito Democratico suzzarese.
Ecco perché oggi annunciamo l’iniziativa del M5S di richiedere la convocazione di un consiglio comunale aperto sul lavoro, invitando anche le altre forze politiche suzzaresi a sostenere l’iniziativa, visto che per ottenere la convocazione, in base al regolamento, servono almeno sei firmatari. Riteniamo che sarebbe un bel segnale lanciato a quei cittadini maggiormente in difficoltà se tutte le forze politiche volessero sostenere questa nostra proposta