giovedì 22 dicembre 2016

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.
Pensiamo che i cittadini vogliano essere informati sui provvedimenti che interessano la loro città e, in questo caso, la loro salute, ed è stato questo che lunedì sera ha fatto il M5S in consiglio comunale. Tutto il resto è...noia. Buona lettura.

Mozione del M5S contro il gioco d'azzardo
Dopo che nella seduta del 30 giugno scorso il Consiglio comunale aveva approvato una nostra mozione avente per oggetto la riduzione degli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco d’azzardo sul territorio comunale (della quale tuttora attendiamo l'attuazione tramite un'ordinanza del sindaco), abbiamo presentato una seconda mozione costruita seguendo l'esempio virtuoso seguito da alcune amministrazioni comunali italiane. Infatti, riteniamo che sia necessario intensificare gli sforzi e l’impegno comune sia per la prevenzione che per il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo, prevedendo ulteriori restrizioni. Per questo motivo abbiamo proposto di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale e/o con tagliando cartaceo e di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale di cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute.
I consiglieri del Pd, pur condividendo lo spirito della mozione, hanno sottolineato che la giurisprudenza in materia non è abbastanza chiara e che occorre essere cauti per evitare pesanti ricorsi, così come è stato detto che è necessario controbilanciare le diverse esigenze, tenendo conto anche del punto di vista delle categorie commerciali coinvolte.
Noi crediamo che non si debba controbilanciare la salute dei cittadini con nessun altro interesse. Per questo elaboreremo una bozza di regolamento sul gioco d'azzardo che sottoporremo quanto prima alla Commissione affari generali. Su questo punto non si molla di un millimetro!
La mozione è stata bocciata con il solo voto favorevole di M5S e Suzzara Civica.

Mozione sull'inquinamento acustico di via Nievo - via Villa Inferiore
Da quando siamo in consiglio comunale a oggi non solo non è stato risolto il problema del traffico veicolare lungo questa arteria, ignorando le soluzioni prospettate da un gruppo di lavoro di tecnici e professionisti che si è riunito per quasi un anno e le proteste di centinaia di cittadini residenti, ma addirittura si è riusciti nell’impresa di incrementare il traffico, ottenendo sempre più smog e aria irrespirabile con tanti saluti alla salute dei cittadini e rumore, sempre più rumore e vibrazioni, anche grazie al continuo transito di mezzi pesanti per i quali mesi fa era stata annunciata l'istituzione di un divieto, di cui si è persa ogni traccia.
Lunedì sera sera forse è stato fatto un passo in avanti. La nostra mozione che chiedeva un monitoraggio anche dell'inquinamento acustico è stata infatti approvata a maggioranza, nonostante l'astensione dei consiglieri Pd. In base a quanto affermato dall'assessore Bianchi, il Comune avrebbe già fatto richiesta ad Arpa delle centraline per il rilevamento della qualità dell'aria e dell'inquinamento acustico, che dovrebbero essere installate nel corso del 2017. Che sia la volta buona?

lunedì 19 dicembre 2016

LOTTA AL GIOCO D'AZZARDO E INQUINAMENTO ACUSTICO STASERA IN CONSIGLIO

Stasera alle ore 21 torna a riunirsi il consiglio comunale. All'ordine del giorno vi sono due mozioni del MoVimento 5 Stelle: una per la lotta al gioco d'azzardo e una sull'inquinamento acustico.
Con la mozione per il contrasto al gioco d'azzardo chiediamo di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale e/o con tagliando cartaceo; chiediamo, inoltre, di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute;
In merito alla mozione sull'inquinamento acustico di via Nievo e via Villa Inferiore, raccogliendo l'input proveniente da un'istanza presentata dal comitato di cittadini denominato "Petizione 18246", proponiamo all'amministrazione comunale di attivarsi immediatamente per richiedere ad ARPA di procedere ad una rilevazione dei livelli di rumore prodotti dal traffico veicolare.
Come sempre, vi invitiamo a partecipare, raggiungendoci in sala consiliare, o a seguire la seduta in streaming dal sito del Comune di Suzzara.

mercoledì 14 dicembre 2016

IL M5S INCONTRA I CITTADINI

Venerdì 16 dicembre alle ore 21, alla sala civica di Suzzara, il MoVimento 5 Stelle incontrerà i cittadini nel tradizionale appuntamento mensile rivolto agli attivisti e ai simpatizzanti di tutta la provincia mantovana. Come M5S di Suzzara siamo orgogliosi di poter ospitare questo importante appuntamento per tutti i pentastellati mantovani.
Saranno presenti i nostri portavoce Luigi Gaetti, capogruppo del M5S al Senato, il deputato Alberto Zolezzi, membro della Commissione Ecomafie, e il consigliere regionale Andrea Fiasconaro, che riferiranno sulle principali problematiche a livello nazionale e regionale. L'incontro pubblico sarà anche e soprattutto l'occasione per formulare proposte, idee e condivisioni da parte di tutta la cittadinanza.

venerdì 9 dicembre 2016

UNA LEZIONE DI DEMOCRAZIA

Vorremmo ringraziare gli italiani ed, in particolare, i tanti nostri concittadini che hanno votato NO, che hanno scelto di andare a votare, perché hanno finalmente capito che questa volta la posta in gioco era troppo alta per stare a guardare. La partecipazione così massiccia e un risultato altrettanto schiacciante a livello nazionale non si possono spiegare in modo superficiale, prendendosela, come qualcuno sta facendo, con chi ha votato NO, con i giovani, soprattutto, che, secondo alcune statistiche, avrebbero avuto un peso determinante per l’esito finale.
Sbaglia chi lo fa, perché dovrebbe forse dimenticarsi dalla posizione di apparente benessere in cui spesso si trova e provare ad essere giovane oggi, a vivere l’incubo del lavoro che non c’è o della precarietà diffusa a tutti i livelli, della mancata corrispondenza (tutta italiana) tra i il titolo di studio, duramente conquistato, e la professione svolta. Oppure dovrebbe provare a mettersi nei panni di chi un lavoro l’aveva e grazie a un’altra riforma e ai suoi catastrofici effetti oggi ha perso tutto e non intravede la luce in fondo al tunnel. Se capiamo questo, forse comprenderemo come una grande fetta di Italia e di Suzzara, spesso silenziosa, sempre meno ascoltata, e bistrattata da tutti, ieri abbia finalmente alzato la testa, soprattutto, contro le cosiddette “elite dominanti”.
Anche a Suzzara poco dopo la mezzanotte, il Pd ha forse preso pienamente coscienza che l’epoca delle percentuali “bulgare” è ormai un lontano ricordo, che al Partito democratico non è rimasto che il cosiddetto “zoccolo duro” (e forse nemmeno quello), che dietro ai cosiddetti “fedelissimi” sta nascendo una città nuova, con cittadini vogliosi di cambiare e partecipare, che non si riconosce nei partiti tradizionali.
Infatti, tra il SI e il NO vi è stato un distacco di appena 900 voti: 5930 suzzaresi hanno votato SI e 5034 hanno votato NO. E’ stata un’autentica doccia fredda per molti piddini realizzare e accettare che quella straordinaria affluenza era, in realtà, motivata dalla legittima intenzione di moltissimi suzzaresi a dire NO.
Si dirà che è stato un voto di protesta o di pancia, un voto solo contro Renzi o tante altre possibili varianti e lo si dirà forse per cercare di mascherare l’amaro sapore di una sconfitta beffarda.
Non bisogna, invece, dimenticare che è stato un voto espresso dalla stragrande maggioranza degli italiani e che questa cosa si chiama con una sola parola: democrazia, una parola di cui spesso ci si riempie la bocca, ma terribilmente difficile da accettare e applicare, soprattutto da chi si dichiara, per eccellenza, democratico.

venerdì 2 dicembre 2016

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.

Interpellanza relativa al traffico pesante in via Nievo e via Villa Inferiore
In risposta alla nostra interpellanza, in cui abbiamo chiesto maggiori informazioni sull’incremento del transito di automezzi pesanti, lungo via Nievo e via Villa Inferiore, a partire dallo scorso mese di settembre, abbiamo appreso che ciò sarebbe stato dovuto a una serie di cantieri concomitanti della zona e che il problema adesso dovrebbe essere stato risolto. Di fatto, in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti, il passaggio di automezzi pesanti sarebbe ancora presente, probabilmente a causa di qualche azienda locale. Continuiamo a non capire, perché questo traffico pesante venga indirizzato lungo questa arteria, già satura per il transito di oltre 17mila veicoli al giorno. Fra l’altro nei mesi scorso era stato annunciata anche l’imminente istituzione di un divieto di transito per i mezzi pesanti. Che fine ha fatto?

Interpellanza relativa alla situazione della scuola “Marco Polo”
Con questo atto abbiamo segnalato che a inizio ottobre, in alcuni locali posti al primo piano della nuova scuola di via Iotti, si sarebbero verificate delle infiltrazioni d’acqua, che avrebbero reso inutilizzabile un’aula del plesso; inoltre, in base ad alcune segnalazioni e nonostante alcuni interventi di manutenzione, dall’inizio dell’anno scolastico si verificherebbe un problema relativo agli scarichi dei servizi igienici posti al piano terra, che provocherebbe un conseguente ed eccessivo consumo d’acqua. L’assessore Bianchi ha spiegato che entrambi i problemi sono stati risolti recentemente.

Interpellanza sui cestini per la raccolta differenziata e per le deiezioni canine.
Nel mese di aprile il consiglio comunale ha approvato una mozione del M5S, che chiedeva di collocare nelle vie e nelle piazze principali e maggiormente frequentate della città e delle frazioni, dei cestini per la raccolta differenziata, provvisti di contenitore per la raccolta di mozziconi di sigaretta, e cestini per la raccolta delle deiezioni canine, provvisti di distributori di sacchetti. Con questa interpellanza abbiamo chiesto perché non vi sia ancora traccia dei primi e perché vi siano pochissimi cestini per le deiezioni canine.
Abbiamo appreso che sarebbero in corso delle verifiche relative ai costi dei cestini per la raccolta differenziata, che saranno installati prossimamente in centro e in altri punti strategici della città. Invece, a detta della maggioranza, i quattro cestini per le deiezioni canine presenti sul territorio cittadino sono più che sufficienti; in aggiunta ne sarà collocato uno in ogni frazione. La risposta non ci soddisfa, perché riteniamo che quattro cestini siano del tutto insufficienti, vista la notevole estensione del centro abitato.

Variazione al Documento unico di programmazione e al biancio di previsione
Abbiamo votato a favore di questa variazione, perché si caratterizza per alcune scelte politiche che condividiamo e che abbiamo a lungo invocato. Innanzitutto, abbiamo appreso che saranno investiti 100mila euro per una verifica approfondita della vulnerabilità sismica della scuola “Olga Visentini” di viale Zonta. E’ dall’inizio del mandato che il M5S chiede di destinare risorse all’adeguamento antisismico delle nostre scuole, ne abbiamo discusso anche nella precedente seduta del consiglio. Inoltre, in sintonia con quanto chiediamo da tempo, è stato incrementato di 30mila euro il fondo destinato ai due istituti comprensivi per potenziare la dotazione informatica delle scuole suzzaresi. Questi, quindi, sono i motivi che ci hanno indotto a votare a favore della variazione di bilancio. Quando ci sono proposte e scelte positive e condivisibili come queste, il M5S non ha preconcetti. E’ la differenza tra noi e loro, anzi tra noi e tutti gli altri, visto il voto contrario di Forza Italia e l’astensione di Suzzara Civica.

Piano per il diritto allo studio
Su questo punto ci siamo astenuti. Vediamo perché. E’ un piano che non aggiunge nulla di nuovo a quanto già visto in passato. Si è scelto di proseguire nel solco della continuità, una scelta legittima, ma era lecito attendersi di più, molto di più.
Permangono, infatti, alcune criticità e la conferma, purtroppo, che alcune scelte sono state sbagliate. Ci riferiamo, in particolare, all’introduzione del servizio pre-scuola a pagamento. Gli iscritti a questo servizio sono calati da 300 a circa 230 bambini in un solo anno, a riprova che è un errore caricare sulle famiglie un ulteriore costo.
Altro punto su cui, a nostro avviso, vi è necessità di maggiore confronto è il servizio mensa.
Sembrerebbero esserci delle discrepanze tra quelli che sono i verbali dell’apposita commissione mensa e la percezione che avrebbero gli utenti del servizio. E’ una questione che si trascina da parecchio tempo e ci sembra giusto fare chiarezza e aprire un confronto serio attraverso la convocazione di un incontro, che si terrà nei prossimi mesi.
Inoltre, alcuni mesi fa proponemmo con una nostra mozione di valutare l’ipotesi di concedere alle famiglie la possibilità per gli alunni di consumare il pasto da casa invece che andare in mensa. La nostra proposta fu pesantemente criticata da questa maggioranza, ma adesso, grazie a una sentenza, verrà presa probabilmente in seria considerazione insieme alle istituzioni scolastiche, visto che nei prossimi giorni vi sarà un incontro tra gli enti preposti. Pensavamo allora e pensiamo ancora oggi che le famiglie dovrebbero essere libere di scegliere se mandare i loro figli in mensa oppure consentire loro di consumare un pasto portato da casa a scuola, in un luogo sicuro e sorvegliato. Vedremo come andrà a finire.
Nel piano, inoltre, si fa riferimento alla nuova ciclabile di via Togliatti, realizzata, a nostro avviso, dalla parte sbagliata, perché obbliga gli studenti ad attraversare la strada per proseguire su un altro tratto di ciclabile, confermando che Suzzara non si smentisce mai: ciclabili e marcipiedi ognuno diverso dall’altro, ognuno scollegato dall’altro. Eppure, nel famoso e, a quanto pare, inutile tavolo della viabilità, avevamo chiesto specificatamente di creare un anello di sensi unici, realizzando la ciclabile sul lato destro di via Togliatti per collegarla in tutta sicurezza al tratto di via Caleffi, eliminando gli attraversamenti.