mercoledì 27 aprile 2016

SCUOLE: ANCORA RISPOSTE ZERO!

Ancora zero risposte dalla maggioranza al termine del consiglio comunale aperto sugli spazi scolastici, chiesto dal M5S insieme agli altri gruppi della minoranza.
Alla seduta erano presenti oltre 100 persone, fra cui molti genitori e operatori del mondo della scuola. Abbiamo sempre detto che vorremmo una cittadinanza più presente e partecipe sui problemi della città. L'ampia partecipazione di ieri testimonia quanto il tema stia a cuore ai suzzaresi e quanto sia stato giusto creare un'occasione di confronto con gli amministratori.
Moltissimi gli interventi e le richieste dei partecipanti, che hanno accusato la maggioranza di non dare risposte adeguate al problema della carenza di spazi e hanno avanzato anche alcune proposte, fra cui la possibile destinazione temporanea di un alcuni spazi del centro culturale "Piazzalunga" al vicino istituto comprensivo 1.
Nonostante questo, la sinistra suzzarese (o quello che ne resta...) ha avuto ancora il coraggio di agitare lo spettro della strumentalizzazione nei confronti della minoranza. Ecco, questi signori non capiscono che c'è una bella differenza tra fomentare i cittadini e cogliere i disagi già in atto e dar loro voce, in quanto le risposte non arrivano mai. Ed è quello che si è voluto fare con questo consiglio aperto: dare voce ai cittadini e alle loro richieste per spingere l'amministrazione a fornire risposte concrete e precise. E' inammissibile ritrovarsi al 27 di aprile ancora senza sapere con precisione la dislocazione delle classi nel prossimo anno scolastico.
Crediamo che non dovrebbero esserci scuole di serie A e scuole di serie B, che bisognerebbe fare in modo che entrambi i comprensivi beneficiassero di sedi nuove, sicure e moderne in egual misura. E’, infatti, innegabile che negli anni alcuni plessi scolastici siano stati fortemente penalizzati e altri no, basta osservare le aule, le tinteggiature, le attrezzature, le pavimentazioni, le disponibilità e le condizioni dei servizi igienici, dei laboratori e degli spazi per il sostegno.
Chi amministra ha il dovere di prendere delle decisioni per tempo: non decidere ha lo stesso valore di una scelta politica sbagliata e non fa altro che alimentare inutili diatribe tra le famiglie.

giovedì 21 aprile 2016

MARTEDI' 26 APRILE CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA

Martedì 26 aprile, alle ore 21, presso la sala consiliare di via Montecchi, si terrà la seduta del consiglio comunale aperto sulle problematiche relative agli spazi scolastici, richiesto dal MoVimento 5 Stelle, unitamente alle altre forze di minoranza.
La seduta è aperta al pubblico e i cittadini potranno intervenire al dibattito, seguendo questa procedura: è necessario compilare un modulo, che si può scaricare dal sito Internet del Comune di Suzzara (http://www.comune.suzzara.mn.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=58979), e rispedirlo via posta elettronica entro le ore 10 di martedì 26 aprile a questo indirizzo: info@comune.suzzara.mn.it

mercoledì 13 aprile 2016

NO ALLA SPERIMENTAZIONE DELLA VIABILITA' PROPOSTA DAI CITTADINI

Lunedì sera la maggioranza ha bocciato la nostra mozione con cui chiedevamo l’avvio di una sperimentazione per ridurre il numero di auto in via Nievo e Villa Inferiore, proposta dal Comitato di cittadini “Petizione 18286”, attraverso l’istituzione di due sensi unici con corsia in senso opposto, riservata ai soli residenti.
La soluzione è stata criticata dall’assessore Bianchi, soprattutto per i costi che, a suo avviso, comporterebbe in termini di monitoraggio della zona a traffico limitato tramite centrale operativa o con la presenza giornaliera della polizia municipale.
In realtà, la mozione non parla né di una centrale operativa né di controlli giornalieri. La stessa maggioranza ha recentemente presentato alla cittadinanza una modifica della viabilità per l’incrocio tra strada Roncobonoldo e via Marx, non prevedendo certo controlli quotidiani. La verità è che su via Nievo e Villa Inferiore non c’è probabilmente alcuna volontà politica di intraprendere una sperimentazione. Si parla di partecipazione e di ascolto dei cittadini e poi si ignorano da quasi due anni le richieste di un comitato con oltre 400 firme di cittadini, supportate dai dati delle circa 14.000 auto che passano ogni giorno. Di cosa altro c’è bisogno? Perché si continua a non proporre una soluzione al volume eccessivo di traffico?.
Al termine della votazione, dopo la bocciatura della mozione da parte del Pd, i rappresentanti del Comitato di cittadini hanno abbandonato la sala consiliare, contestando apertamente l’operato della maggioranza.

lunedì 11 aprile 2016

STASERA IN CONSIGLIO QUATTRO MOZIONI DEL M5S

Questa sera vi aspettiamo in consiglio comunale alle ore 20.30. Nel corso della seduta presenteremo ben quattro mozioni, forse è meglio dire "vorremmo" presentare e usiamo il condizionale, perché ormai il ritardo che si accumula per i nostri atti è cronico.
Cominceremo con la richiesta dell'attivazione di una modifica sperimentale della viabilità dell'area di via Nievo-via Villa Inferiore, come richiesto dai cittadini nei mesi scorsi, attraverso la creazione di un percorso di senso unico e l'istituzione di una zona a traffico limitato, che renderebbe pari a zero il disagio per i residenti.
Nella seconda mozione chiederemo la collocazione nel territorio comunale di cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti e per le deiezioni dei cani.
In seguito, proporremo all'amministrazione di istituire un tavolo di confronto per il miglioramento della gestione del servizio di refezione scolastica e per discutere dell’opportunità di offrire ai genitori e ai ragazzi la libertà di scelta tra il servizio mensa e il pasto portato da casa.
Infine, chiederemo di destinare una somma congrua del prossimo bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico  a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.

venerdì 8 aprile 2016

DOMANI M5S IN PIAZZA CONTRO LE TRIVELLE

Domani, sabato mattina 9 aprile, dalle 10 alle 12, saremo in piazza Castello a Suzzara con il nostro gazebo informativo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul referendum del prossimo 17 aprile.
Nonostante quasi nessuno ne parli, saremo tutti chiamati a una battaglia civile contro le trivelle in mare e la devastazione delle nostre coste e del nostro Mediterraneo. Voteremo sì, perché amiamo il mare e l’ambiente meraviglioso del nostro Paese: abbiamo sole, vento e acqua a volontà e, come dice Rifkin, l’Italia dovrebbe essere l’Arabia Saudita delle rinnovabili. Votiamo, quindi, sì, perché scegliamo uno sviluppo sostenibile, perché iniziare a cambiare è possibile e perché ci opponiamo alla politica del fossile.
Questo referendum sicuramente non rappresenta la soluzione finale contro questa politica, ma è un piccolo passo, importante per far capire ai politicanti preistorici che non ci stiamo a lasciare i nostri mari ai petrolieri.
Spiegheremo anche ai nostri concittadini che un miliardo di euro investito nel petrolio produce 500 posti di lavoro, mentre un miliardo di euro investito nelle fonti rinnovabili ne produce 17000. Quindi, diciamo un forte sì per scegliere l’energia pulita.
NON MANCATE!