sabato 30 gennaio 2016

CHIESTO UN IMPEGNO PER I LAVORATORI IN ESUBERO DELLA TASSELLI ANCORA SENZA LAVORO

Nonostante gli impegni assunti a livello provinciale e nazionale dal 2009, oggi a distanza di oltre sei anni, numerosi lavoratori in esubero della Tasselli si trovano ancora in una difficile situazione economica, non hanno un lavoro e per molti di essi si stanno esaurendo gli ammortizzatori sociali per il sostegno al reddito in essere. E’ quanto emerso da un recente incontro tra il gruppo consiliare del M5S di Suzzara e una rappresentanza dei lavoratori, a cui ha partecipato anche il portavoce al Senato Luigi Gaetti.
Considerato che nel territorio suzzarese vi sono alcune realtà produttive che da diversi mesi stanno assumendo personale e stanno attraversando una fase di sviluppo occupazionale e produttivo, il M5S di Suzzara ha presentato una mozione per chiedere all’amministrazione comunale di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza per favorire nel più breve tempo possibile la ricollocazione lavorativa di questi lavoratori presso le aziende del territorio, avviando una serie di incontri con le direzioni aziendali di quelle realtà produttive che stanno attraversando una fase di sviluppo occupazionale.
A Suzzara c’è troppo silenzio sul tema del lavoro e sui problemi attraversati da numerosi lavoratori rimasti senza occupazione negli ultimi anni. Servono maggiore presenza e impegno da parte delle istituzioni che possono e devono fare la loro parte.

lunedì 25 gennaio 2016

DIAMO VOCE ALLE TUE IDEE: GIOVEDI' 28 GENNAIO ALLE 20.45

Giovedì alle 20.45 presso la sala civica di Suzzara i portavoce in consiglio comunale del MoVimento 5 Stelle incontreranno i cittadini per ascoltare idee, suggerimenti, osservazioni per migliorare la vita della nostra città. Sarà anche l'occasione per informare la cittadinanza sulle proposte e gli atti presentati in consiglio comunale.

domenica 24 gennaio 2016

VIA NIEVO-VIA VILLA INFERIORE: SUPERATE LE DIVISIONI TRA I CITTADINI!

Venerdì sera i due portavoce in consiglio comunale del MoVimento 5 Stelle, Stefano Rosselli e Juri Daolmi, hanno incontrato i referenti dei due comitati di cittadini sorti in merito alla questione dell’eccessivo traffico veicolare che interessa via Nievo e via Villa Inferiore per cercare di superare le divisioni e i pareri contrastanti che erano emersi nell’incontro del 15 ottobre scorso.
Dopo circa due ore di confronto sulle possibili soluzioni, in cui i cittadini hanno espresso le loro opinioni e le loro proposte liberamente, è stata trovata un’intesa su una sperimentazione che ha trovato il parere positivo di entrambi i comitati.
Nei prossimi giorni la proposta di avviare una sperimentazione per tentare di ridurre il traffico veicolare sarà presentata all’amministrazione comunale e sarà corredata dalle firme dei cittadini residenti nelle vie interessate.
“Ci siamo sentiti in dovere – hanno spiegato Rosselli e Daolmi – di facilitare un incontro e una sintesi tra posizioni apparentemente distanti, ma che hanno un obiettivo comune: quello di ridurre le auto, l’inquinamento ambientale e acustico e la pericolosità del tratto stradale, testimoniata anche dai numerosi incidenti che si verificano con sempre maggiore frequenza. Una zona residenziale di una cittadina di 21mila abitanti non può essere attraversata da circa 14.000 auto al giorno: è un’anomalìa che va risolta al più presto con la collaborazione di tutti e – confidiamo – la sensibilità dell’amministrazione. Il fatto che i cittadini si siano confrontati tra loro e abbiano raggiunto un accordo per il bene della comunità è per noi motivo di grande soddisfazione”.

giovedì 14 gennaio 2016

UN'ALTRA PAGINA TRISTE DELLA POLITICA SUZZARESE...

Riportiamo di seguito le considerazioni dei nostri due portavoce Stefano Rosselli e Juri Daolmi, inviate ieri agli organi di stampa.
"E’ difficile spiegare quanto avvenuto martedì sera in consiglio comunale, ma cercheremo di farlo senza nascondere una profonda amarezza e delusione per il modo in cui ancora una volta sono stati gestiti i lavori del consiglio, l’assemblea che rappresenta il luogo di discussione sui provvedimenti più importanti che interessano la città, il luogo in cui bisognerebbe pensare sempre e prima di tutto agli interessi dei cittadini.
Nell’ambito delle comunicazioni, il presidente del consiglio ha riferito ai consiglieri in merito a un documento firmato dall’ex segretario generale dell’ente riguardante una mozione di Forza Italia del 24 aprile 2015. Di lì in poi il consigliere Guiducci ha iniziato il suo “show personale” chiedendo a più riprese e con insistenza di potere intervenire in modo dettagliato sul documento, nonostante su un punto di questo tipo non sia ammessa discussione in base al regolamento di funzionamento del consiglio, e rifiutandosi di spegnere il microfono, come più volte richiesto dalla presidenza. Dopo circa un’ora di impasse, la presidente Binacchi, non sapendo che fare per risolvere la situazione, ha preso la decisione di sospendere la seduta e mandare tutti a casa. In questo modo, ancora una volta le mozioni dell’opposizione non sono state discusse, essendo gli unici atti inseriti all’ordine del giorno della seduta di martedì, che era stata convocata proprio ed esclusivamente per affrontare tutti gli atti rimasti in sospeso dalle precedenti sedute.
Non possiamo fare altro che esprimere tutta la nostra amarezza, rabbia e delusione per il modo in cui è stata affrontata la situazione dalla presidenza, che ancora una volta non ha saputo gestire in modo adeguato i lavori. Sarebbe stato sufficiente chiedere l’allontanamento del consigliere di Forza Italia dall’aula per consentire il regolare svolgimento della seduta, ma non è stato fatto. Dall’altro lato, per l’ennesima volta l’atteggiamento antidemocratico di Forza Italia ha bloccato i lavori del consiglio, per di più a spese dei cittadini, visto che in termini di gettoni di presenza la seduta di ieri (del tutto inutile e priva di adempimenti) la pagheranno proprio i suzzaresi.
A questo punto, visto che è dall’inizio della legislatura che si consente a Forza Italia di tenere una condotta scorretta e irrispettosa nei confronti degli altri gruppi di minoranza, ci viene il legittimo dubbio che questo atteggiamento non dispiaccia affatto alla maggioranza, soprattutto quando a farne le spese sono atti presentati dall’opposizione, che restano così in sospeso per mesi. Come a livello nazionale, sembra di assistere a un invisibile filo che lega Pd e Forza Italia. Inoltre, malgrado l'acceso scontro in consiglio e la gravità dell'azione compiuta da Guiducci, a seduta forzatamente terminata, abbiamo assistito anche stavolta ad un epilogo “a tarallucci e vino” tra molti esponenti piddini e il forzitaliota, in cui si sono sprecate risatine e battutine come nulla fosse accaduto prima, quando invece si è scritta un'altra pagina triste della politica suzzarese per la quale non c'è nulla da ridere".

lunedì 11 gennaio 2016

DOMANI DUE MOZIONI DEL M5S IN CONSIGLIO COMUNALE

Domani sera torna a riunirsi il consiglio comunale. Nel corso della seduta, in programma alle ore 21, il MoVimento 5 Stelle presenterà due mozioni che hanno per oggetto la tutela della salute pubblica.
Nella prima chiediamo all’amministrazione comunale di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza per promuovere la diffusione di dispositivi di defibrillazione presso tutte le sedi scolastiche del territorio comunale, in cui si svolgano attività motorie, e presso gli impianti sportivi, che ne siano ancora sprovvisti. Inoltre, riteniamo che in un comune di oltre 21mila abitanti come Suzzara sia necessario disporre in più punti della città di dispositivi mobili per la defibrillazione. Per questo motivo abbiamo chiesto all’amministrazione comunale anche di valutare la possibilità di installazione di postazioni pubbliche d’emergenza con defibrillatore in punti strategici della città quali parchi, ipermercati, associazioni di volontariato o comunque nei luoghi decentrati rispetto alla struttura ospedaliera.
Con la seconda mozione, invece, chiediamo all’amministrazione comunale un impegno concreto volto a promuovere un monitoraggio della qualità dell’aria lungo l’asse viario di via Nievo-via Villa Inferiore da effettuare con la collaborazione dell’ARPA. Abbiamo, quindi, chiesto che il Comune si attivi per richiedere l’installazione di una stazione mobile da inserire all’interno della rete di monitoraggio regionale della qualità dell’aria, che tenga conto anche delle polveri PM 2,5.
L’art. 32 della Costituzione sancisce il diritto alla salute e uno dei compiti fondamentali del Comune dovrebbe essere quello di tutelare la salute dei propri cittadini, tramite programmi di prevenzione, controllo e monitoraggio. Riteniamo, infatti, che al di sopra di ogni altro elemento di valutazione, l’interesse prioritario deve essere sempre e comunque, rivolto alla tutela della salute e del benessere dei cittadini.
Questo monitoraggio della qualità dell’aria si rende necessario, soprattutto, alla luce delle recenti rilevazioni, effettuate dalle telecamere posizionate dall’amministrazione comunale, che hanno dimostrato che lungo l’asse viario di via Nievo-via Villa Inferiore transiterebbero ogni giorno circa 14.000 veicoli. La vicinanza della trafficatissima strada provinciale n.62 Cispadana non fa altro che accrescere l’entità del problema di natura ambientale.
Come sempre, vi invitiamo a partecipare alla seduta per informarvi e conoscere direttamente le problematiche della nostra città. In alternativa è possibile seguire la diretta streaming direttamente dal sito del Comune di Suzzara.