giovedì 22 dicembre 2016

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.
Pensiamo che i cittadini vogliano essere informati sui provvedimenti che interessano la loro città e, in questo caso, la loro salute, ed è stato questo che lunedì sera ha fatto il M5S in consiglio comunale. Tutto il resto è...noia. Buona lettura.

Mozione del M5S contro il gioco d'azzardo
Dopo che nella seduta del 30 giugno scorso il Consiglio comunale aveva approvato una nostra mozione avente per oggetto la riduzione degli orari di funzionamento degli apparecchi da gioco d’azzardo sul territorio comunale (della quale tuttora attendiamo l'attuazione tramite un'ordinanza del sindaco), abbiamo presentato una seconda mozione costruita seguendo l'esempio virtuoso seguito da alcune amministrazioni comunali italiane. Infatti, riteniamo che sia necessario intensificare gli sforzi e l’impegno comune sia per la prevenzione che per il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo, prevedendo ulteriori restrizioni. Per questo motivo abbiamo proposto di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale e/o con tagliando cartaceo e di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale di cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute.
I consiglieri del Pd, pur condividendo lo spirito della mozione, hanno sottolineato che la giurisprudenza in materia non è abbastanza chiara e che occorre essere cauti per evitare pesanti ricorsi, così come è stato detto che è necessario controbilanciare le diverse esigenze, tenendo conto anche del punto di vista delle categorie commerciali coinvolte.
Noi crediamo che non si debba controbilanciare la salute dei cittadini con nessun altro interesse. Per questo elaboreremo una bozza di regolamento sul gioco d'azzardo che sottoporremo quanto prima alla Commissione affari generali. Su questo punto non si molla di un millimetro!
La mozione è stata bocciata con il solo voto favorevole di M5S e Suzzara Civica.

Mozione sull'inquinamento acustico di via Nievo - via Villa Inferiore
Da quando siamo in consiglio comunale a oggi non solo non è stato risolto il problema del traffico veicolare lungo questa arteria, ignorando le soluzioni prospettate da un gruppo di lavoro di tecnici e professionisti che si è riunito per quasi un anno e le proteste di centinaia di cittadini residenti, ma addirittura si è riusciti nell’impresa di incrementare il traffico, ottenendo sempre più smog e aria irrespirabile con tanti saluti alla salute dei cittadini e rumore, sempre più rumore e vibrazioni, anche grazie al continuo transito di mezzi pesanti per i quali mesi fa era stata annunciata l'istituzione di un divieto, di cui si è persa ogni traccia.
Lunedì sera sera forse è stato fatto un passo in avanti. La nostra mozione che chiedeva un monitoraggio anche dell'inquinamento acustico è stata infatti approvata a maggioranza, nonostante l'astensione dei consiglieri Pd. In base a quanto affermato dall'assessore Bianchi, il Comune avrebbe già fatto richiesta ad Arpa delle centraline per il rilevamento della qualità dell'aria e dell'inquinamento acustico, che dovrebbero essere installate nel corso del 2017. Che sia la volta buona?

lunedì 19 dicembre 2016

LOTTA AL GIOCO D'AZZARDO E INQUINAMENTO ACUSTICO STASERA IN CONSIGLIO

Stasera alle ore 21 torna a riunirsi il consiglio comunale. All'ordine del giorno vi sono due mozioni del MoVimento 5 Stelle: una per la lotta al gioco d'azzardo e una sull'inquinamento acustico.
Con la mozione per il contrasto al gioco d'azzardo chiediamo di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale e/o con tagliando cartaceo; chiediamo, inoltre, di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute;
In merito alla mozione sull'inquinamento acustico di via Nievo e via Villa Inferiore, raccogliendo l'input proveniente da un'istanza presentata dal comitato di cittadini denominato "Petizione 18246", proponiamo all'amministrazione comunale di attivarsi immediatamente per richiedere ad ARPA di procedere ad una rilevazione dei livelli di rumore prodotti dal traffico veicolare.
Come sempre, vi invitiamo a partecipare, raggiungendoci in sala consiliare, o a seguire la seduta in streaming dal sito del Comune di Suzzara.

mercoledì 14 dicembre 2016

IL M5S INCONTRA I CITTADINI

Venerdì 16 dicembre alle ore 21, alla sala civica di Suzzara, il MoVimento 5 Stelle incontrerà i cittadini nel tradizionale appuntamento mensile rivolto agli attivisti e ai simpatizzanti di tutta la provincia mantovana. Come M5S di Suzzara siamo orgogliosi di poter ospitare questo importante appuntamento per tutti i pentastellati mantovani.
Saranno presenti i nostri portavoce Luigi Gaetti, capogruppo del M5S al Senato, il deputato Alberto Zolezzi, membro della Commissione Ecomafie, e il consigliere regionale Andrea Fiasconaro, che riferiranno sulle principali problematiche a livello nazionale e regionale. L'incontro pubblico sarà anche e soprattutto l'occasione per formulare proposte, idee e condivisioni da parte di tutta la cittadinanza.

venerdì 9 dicembre 2016

UNA LEZIONE DI DEMOCRAZIA

Vorremmo ringraziare gli italiani ed, in particolare, i tanti nostri concittadini che hanno votato NO, che hanno scelto di andare a votare, perché hanno finalmente capito che questa volta la posta in gioco era troppo alta per stare a guardare. La partecipazione così massiccia e un risultato altrettanto schiacciante a livello nazionale non si possono spiegare in modo superficiale, prendendosela, come qualcuno sta facendo, con chi ha votato NO, con i giovani, soprattutto, che, secondo alcune statistiche, avrebbero avuto un peso determinante per l’esito finale.
Sbaglia chi lo fa, perché dovrebbe forse dimenticarsi dalla posizione di apparente benessere in cui spesso si trova e provare ad essere giovane oggi, a vivere l’incubo del lavoro che non c’è o della precarietà diffusa a tutti i livelli, della mancata corrispondenza (tutta italiana) tra i il titolo di studio, duramente conquistato, e la professione svolta. Oppure dovrebbe provare a mettersi nei panni di chi un lavoro l’aveva e grazie a un’altra riforma e ai suoi catastrofici effetti oggi ha perso tutto e non intravede la luce in fondo al tunnel. Se capiamo questo, forse comprenderemo come una grande fetta di Italia e di Suzzara, spesso silenziosa, sempre meno ascoltata, e bistrattata da tutti, ieri abbia finalmente alzato la testa, soprattutto, contro le cosiddette “elite dominanti”.
Anche a Suzzara poco dopo la mezzanotte, il Pd ha forse preso pienamente coscienza che l’epoca delle percentuali “bulgare” è ormai un lontano ricordo, che al Partito democratico non è rimasto che il cosiddetto “zoccolo duro” (e forse nemmeno quello), che dietro ai cosiddetti “fedelissimi” sta nascendo una città nuova, con cittadini vogliosi di cambiare e partecipare, che non si riconosce nei partiti tradizionali.
Infatti, tra il SI e il NO vi è stato un distacco di appena 900 voti: 5930 suzzaresi hanno votato SI e 5034 hanno votato NO. E’ stata un’autentica doccia fredda per molti piddini realizzare e accettare che quella straordinaria affluenza era, in realtà, motivata dalla legittima intenzione di moltissimi suzzaresi a dire NO.
Si dirà che è stato un voto di protesta o di pancia, un voto solo contro Renzi o tante altre possibili varianti e lo si dirà forse per cercare di mascherare l’amaro sapore di una sconfitta beffarda.
Non bisogna, invece, dimenticare che è stato un voto espresso dalla stragrande maggioranza degli italiani e che questa cosa si chiama con una sola parola: democrazia, una parola di cui spesso ci si riempie la bocca, ma terribilmente difficile da accettare e applicare, soprattutto da chi si dichiara, per eccellenza, democratico.

venerdì 2 dicembre 2016

IL M5S INFORMA: NOTIZIE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Ecco una sintesi delle posizioni che i nostri portavoce hanno sostenuto nel corso del consiglio comunale di martedì scorso. Vi ricordiamo, inoltre, che nella sezione "ATTI" di questo blog è possibile consultare e scaricare le nostre interpellanze, mozioni e richieste depositate in Comune.

Interpellanza relativa al traffico pesante in via Nievo e via Villa Inferiore
In risposta alla nostra interpellanza, in cui abbiamo chiesto maggiori informazioni sull’incremento del transito di automezzi pesanti, lungo via Nievo e via Villa Inferiore, a partire dallo scorso mese di settembre, abbiamo appreso che ciò sarebbe stato dovuto a una serie di cantieri concomitanti della zona e che il problema adesso dovrebbe essere stato risolto. Di fatto, in seguito alle segnalazioni di alcuni residenti, il passaggio di automezzi pesanti sarebbe ancora presente, probabilmente a causa di qualche azienda locale. Continuiamo a non capire, perché questo traffico pesante venga indirizzato lungo questa arteria, già satura per il transito di oltre 17mila veicoli al giorno. Fra l’altro nei mesi scorso era stato annunciata anche l’imminente istituzione di un divieto di transito per i mezzi pesanti. Che fine ha fatto?

Interpellanza relativa alla situazione della scuola “Marco Polo”
Con questo atto abbiamo segnalato che a inizio ottobre, in alcuni locali posti al primo piano della nuova scuola di via Iotti, si sarebbero verificate delle infiltrazioni d’acqua, che avrebbero reso inutilizzabile un’aula del plesso; inoltre, in base ad alcune segnalazioni e nonostante alcuni interventi di manutenzione, dall’inizio dell’anno scolastico si verificherebbe un problema relativo agli scarichi dei servizi igienici posti al piano terra, che provocherebbe un conseguente ed eccessivo consumo d’acqua. L’assessore Bianchi ha spiegato che entrambi i problemi sono stati risolti recentemente.

Interpellanza sui cestini per la raccolta differenziata e per le deiezioni canine.
Nel mese di aprile il consiglio comunale ha approvato una mozione del M5S, che chiedeva di collocare nelle vie e nelle piazze principali e maggiormente frequentate della città e delle frazioni, dei cestini per la raccolta differenziata, provvisti di contenitore per la raccolta di mozziconi di sigaretta, e cestini per la raccolta delle deiezioni canine, provvisti di distributori di sacchetti. Con questa interpellanza abbiamo chiesto perché non vi sia ancora traccia dei primi e perché vi siano pochissimi cestini per le deiezioni canine.
Abbiamo appreso che sarebbero in corso delle verifiche relative ai costi dei cestini per la raccolta differenziata, che saranno installati prossimamente in centro e in altri punti strategici della città. Invece, a detta della maggioranza, i quattro cestini per le deiezioni canine presenti sul territorio cittadino sono più che sufficienti; in aggiunta ne sarà collocato uno in ogni frazione. La risposta non ci soddisfa, perché riteniamo che quattro cestini siano del tutto insufficienti, vista la notevole estensione del centro abitato.

Variazione al Documento unico di programmazione e al biancio di previsione
Abbiamo votato a favore di questa variazione, perché si caratterizza per alcune scelte politiche che condividiamo e che abbiamo a lungo invocato. Innanzitutto, abbiamo appreso che saranno investiti 100mila euro per una verifica approfondita della vulnerabilità sismica della scuola “Olga Visentini” di viale Zonta. E’ dall’inizio del mandato che il M5S chiede di destinare risorse all’adeguamento antisismico delle nostre scuole, ne abbiamo discusso anche nella precedente seduta del consiglio. Inoltre, in sintonia con quanto chiediamo da tempo, è stato incrementato di 30mila euro il fondo destinato ai due istituti comprensivi per potenziare la dotazione informatica delle scuole suzzaresi. Questi, quindi, sono i motivi che ci hanno indotto a votare a favore della variazione di bilancio. Quando ci sono proposte e scelte positive e condivisibili come queste, il M5S non ha preconcetti. E’ la differenza tra noi e loro, anzi tra noi e tutti gli altri, visto il voto contrario di Forza Italia e l’astensione di Suzzara Civica.

Piano per il diritto allo studio
Su questo punto ci siamo astenuti. Vediamo perché. E’ un piano che non aggiunge nulla di nuovo a quanto già visto in passato. Si è scelto di proseguire nel solco della continuità, una scelta legittima, ma era lecito attendersi di più, molto di più.
Permangono, infatti, alcune criticità e la conferma, purtroppo, che alcune scelte sono state sbagliate. Ci riferiamo, in particolare, all’introduzione del servizio pre-scuola a pagamento. Gli iscritti a questo servizio sono calati da 300 a circa 230 bambini in un solo anno, a riprova che è un errore caricare sulle famiglie un ulteriore costo.
Altro punto su cui, a nostro avviso, vi è necessità di maggiore confronto è il servizio mensa.
Sembrerebbero esserci delle discrepanze tra quelli che sono i verbali dell’apposita commissione mensa e la percezione che avrebbero gli utenti del servizio. E’ una questione che si trascina da parecchio tempo e ci sembra giusto fare chiarezza e aprire un confronto serio attraverso la convocazione di un incontro, che si terrà nei prossimi mesi.
Inoltre, alcuni mesi fa proponemmo con una nostra mozione di valutare l’ipotesi di concedere alle famiglie la possibilità per gli alunni di consumare il pasto da casa invece che andare in mensa. La nostra proposta fu pesantemente criticata da questa maggioranza, ma adesso, grazie a una sentenza, verrà presa probabilmente in seria considerazione insieme alle istituzioni scolastiche, visto che nei prossimi giorni vi sarà un incontro tra gli enti preposti. Pensavamo allora e pensiamo ancora oggi che le famiglie dovrebbero essere libere di scegliere se mandare i loro figli in mensa oppure consentire loro di consumare un pasto portato da casa a scuola, in un luogo sicuro e sorvegliato. Vedremo come andrà a finire.
Nel piano, inoltre, si fa riferimento alla nuova ciclabile di via Togliatti, realizzata, a nostro avviso, dalla parte sbagliata, perché obbliga gli studenti ad attraversare la strada per proseguire su un altro tratto di ciclabile, confermando che Suzzara non si smentisce mai: ciclabili e marcipiedi ognuno diverso dall’altro, ognuno scollegato dall’altro. Eppure, nel famoso e, a quanto pare, inutile tavolo della viabilità, avevamo chiesto specificatamente di creare un anello di sensi unici, realizzando la ciclabile sul lato destro di via Togliatti per collegarla in tutta sicurezza al tratto di via Caleffi, eliminando gli attraversamenti.

lunedì 28 novembre 2016

LOTTA AL GIOCO D'AZZARDO E INQUINAMENTO ACUSTICO IN CONSIGLIO

Tre interpellanze e due mozioni del M5S questa sera in consiglio comunale a Suzzara. La seduta si aprirà alle ore 20.30. All'ordine del giorno, tra i vari punti, vi è anche la discussione sul piano per il diritto allo studio. Vediamo di seguito gli atti presentati dal nostro gruppo consiliare.
Nella prima parte della seduta, dedicata al cosiddetto "question time", presenteremo tre interpellanze:
- interpellanza sul traffico veicolare pesante in via Nievo e via Villa Inferiore con la quale chiediamo maggiori informazioni sull'incremento del passaggio di mezzi pesanti registrato negli ultimi mesi, in seguito alle segnalazioni di numerosi residenti, esasperati dal traffico eccessivo; un problema che sembra non trovare soluzione sul quale auspichiamo maggiore sensibilità da parte della maggioranza;
- interpellanza sul plesso scolastico "Marco Polo" relativa a un problema di infiltrazioni d'acqua, che nelle scorse settimane si sarebbe verificato al nuovo piano superiore dell'edificio, e a un malfunzionamento dei servizi igienici;
- interpellanza per saperne di più sui cestini per la raccolta differenziata e le deiezioni canine: dei primi non vi è traccia, i secondo sono pochissimi, nonostante siano frutto di una mozione del M5S approvata dal consiglio comunale nei mesi scorsi.
In seguito sono state inserite all'ordine del giorno due mozioni del M5S:
- una mozione per il contrasto al gioco d'azzardo con la quale chiediamo di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale e/o con tagliando cartaceo; chiediamo, inoltre, di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute;
- una mozione sull'inquinamento acustico di via Nievo e via Villa Inferiore: raccogliendo l'input proveniente da un'istanza presentata dal comitato di cittadini denominato "Petizione 18246", proponiamo all'amministrazione comunale di attivarsi immediatamente per richiedere ad ARPA di procedere ad una rilevazione dei livelli di rumore prodotti dal traffico veicolare.
Come sempre, vi invitiamo a partecipare, raggiungendoci in sala consiliare, o a seguire la seduta in streaming dal sito del Comune di Suzzara.

giovedì 17 novembre 2016

A SUZZARA SABATO 26 NOVEMBRE ASSEMBLEA CON I PORTAVOCE

Un popolo al guinzaglio? #iodicono!
A Suzzara sabato 26 novembre alle ore 10.30, presso la sala civica di via Montecchi, si terrà un'assemblea pubblica per spiegare le ragioni del NO con la partecipazione dei portavoce del MoVimento 5 Stelle, Luigi Gaetti, capogruppo del M5S al Senato e vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali; Alberto Zolezzi, deputato, membro della Commissione Ambiente, Territorio e Lavori pubblici e della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti;
Andrea Fiasconaro, capogruppo del M5S in Consiglio Regionale.
Seguirà, alle ore 13, per tutti gli attivisti e i simpatizzanti il pranzo con i portavoce presso la trattoria "La Taverna del Tasso". Per prenotazioni inviare una mail a: m5ssuzzara@gmail.com.

mercoledì 16 novembre 2016

SABATO 19 NOVEMBRE A MOTTEGGIANA

Continua il nostro tour dell'Oltrepò per spiegare le ragioni del NO. Sabato 19 novembre incontreremo i cittadini di Motteggiana, in via Roma, dove saremo presenti con il nostro gazebo informativo dalle ore 10 alle ore 12.
Dopo le tappe di Pegognaga, Suzzara, Moglia e Gonzaga, sabato 26 novembre torneremo per la chiusura della nostra campagna elettorale a Suzzara per un evento pubblico con i parlamentari del MoVimento 5 Stelle.

domenica 16 ottobre 2016

#COSTITUZIONE OLTREPO' TOUR AL VIA IL 22 OTTOBRE

Dal 22 ottobre al 19 novembre incontreremo i cittadini dell'Oltrepò Mantovano per spiegare le ragioni del NO alla riforma costituzionale in vista del referendum del 4 dicembre. Sabato 22 ottobre dalle ore 10 alle 12 saremo a Pegognaga, in piazza Matteotti. Venite a trovarci!

Diciamo NO per difendere la nostra Costituzione da modifiche peggiorative e da una
riforma che toglie sempre più sovranità al popolo per accentrare potere al premier di turno.
Diciamo NO a un Senato non più eletto dai cittadini ma nominato dai partiti, formato da consiglieri regionali e sindaci che otterranno anche l'immunità parlamentare.
Diciamo NO a questa riforma che non semplifica ma complica la burocrazia delle leggi, non abbatte i costi della politica e toglie sempre più competenze alle Regioni accentrando sempre più potere nel governo centrale.
Vogliamo urlare il nostro No a questa riforma che non è frutto del dibattito parlamentare, ma è stata forzatamente voluta a colpi di fiducia da un Governo che non è stato votato da nessun cittadino.

Ecco perché al referendum #IODICONO

#CostituzioneOltrepòTour
#M5SSuzzara

sabato 8 ottobre 2016

VIA NIEVO-VIA VILLA INFERIORE: SOLUZIONI ZERO E TRAFFICO IN AUMENTO!

Dai dati aggiornati, che ci sono stati consegnati in consiglio comunale martedì sera, sembra di capire che la situazione del traffico in via Nievo e via Villa Inferiore non sia migliorata, anzi dalle rilevazioni del mese scorso emergono punte che arrivano a sfiorare i circa 18mila veicoli al giorno. Ad eccezione dei giorni festivi, infatti, nel mese scorso, quotidianamente su questa strada sono transitati dai circa 14mila agli oltre 17mila veicoli.
Nonostante queste cifre, non si intravedono soluzioni: nessuna delle sperimentazioni individuate circa un anno fa dal tavolo della viabilità ha visto la luce, né sembrerebbe essere in programma; nessuna delle proposte che abbiamo avanzato, supportata anche da centinaia di firme è stata accolta.
Infatti, in risposta alla nostra interpellanza, con cui abbiamo chiesto quali misure abbia elaborato l’amministrazione in questi mesi, l’assessore all’urbanistica Bianchi ha dichiarato che le valutazioni sono ancora in corso. Pertanto, non ci sono al momento novità, mentre la situazione del traffico, dopo l’apertura della mini-rotatoria all’incrocio con via General Cantore, sembra addirittura peggiorata.
Nei mesi scorsi erano stati annunciati interventi sulla segnaletica per tentare di deviare il traffico anche verso altre strade e sull’introduzione di un divieto di transito per i mezzi pesanti, ma di fatto, soprattutto, nelle ultime settimane, dopo l’apertura del cantiere nell’area della ex Pinfari, si assiste anche al passaggio di numerosi autoarticolati, che hanno provocato le lamentele dei residenti a causa delle forti vibrazioni derivate da questi passaggi.
Su questo aspetto, in particolare, oggi, come gruppo consiliare del M5S, abbiamo presentato un’interpellanza per capire da dove provengano questi automezzi pesanti e se sia stata rilasciata un’autorizzazione al transito in via Nievo e via Villa Inferiore, chiedendo, in tal caso, anche perché non sia stato individuato un altro percorso per questi automezzi, visto la situazione già satura dell’arteria.
Durante il consiglio di martedì sera, tra l’altro, l’assessore Bianchi ha citato l’esempio di situazioni simili nella nostra provincia, come quella Strada della Cisa nel tratto di Borgovirgilio, sulla quale transiterebbero oltre 40.000 veicoli al giorno. E’ un esempio, a nostro avviso, improprio, in quanto non si può paragonare una strada urbana come via Nievo-via Villa Inferiore a una strada ex statale (ora provinciale) come la Cisa. Siamo fortemente preoccupati per la mancanza di soluzioni e perché i numeri confermano l’esistenza di una potenziale emergenza ambientale dovuta all’inquinamento atmosferico e acustico.

lunedì 3 ottobre 2016

PUBBLICITA' DELLE VINCITE E LOTTERIE ISTANTANEE: IL M5S CHIEDE NUOVE RESTRIZIONI

Continua il nostro impegno contro il gioco d'azzardo. Domani in consiglio comunale presenteremo una mozione per chiedere di introdurre una riduzione oraria (analoga a quella adottata per il funzionamento degli apparecchi da gioco a pagamento) anche per le scommesse su competizioni sportive e altri eventi e per la vendita di lotterie istantanee su piattaforma virtuale o con tagliando cartaceo. Chiederemo, inoltre, di introdurre il divieto di esporre all’interno e all’esterno dei locali del territorio comunale cartelli, manoscritti, immagini e/o proiezioni che pubblicizzino le vincite appena o storicamente avvenute.
Crediamo, infatti, che sia necessario intensificare gli sforzi e l’impegno comune per la prevenzione e il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo, prevedendo ulteriori restrizioni, così come accaduto recentemente in altre realtà italiane.
Inoltre, in apertura di seduta presenteremo anche un'interpellanza per sapere quanti esercenti abbiano usufruito dell’agevolazione fiscale nel 2015 e nell’anno in corso, vincolata alla mancata installazione o rimozione di apparecchi da gioco a pagamento, introdotta grazie ad una mozione del MoVimento Cinque Stelle.



giovedì 22 settembre 2016

PARTECIPO, DECIDO!

Lunedì 26 settembre, alle ore 21, a Suzzara, presso la sala civica di via Montecchi i nostri consiglieri comunali incontreranno i cittadini per riferire dell'attività svolta negli ultimi mesi e ascoltare proposte, richieste e osservazioni per migliorare la nostra città.
Sarà anche possibile firmare la nostra petizione #salviamoglialberidiSuzzara

domenica 18 settembre 2016

VIA CURTATONE, INTERPELLANZA DEL M5S

L’intervento di rifacimento del marciapiede di via Curtatone e Montanara, iniziato nello scorso mese di maggio e tuttora in corso, ha comportato l’abbattimento di circa 60 alberi e ha contribuito a cambiare totalmente la fisionomia di una delle vie più caratteristiche della nostra città.
La scelta politica di tagliare le storiche alberature sarebbe stata in parte motivata dalla necessità di abbattere le barriere architettoniche per rendere il marciapiede accessibile e percorribile ai portatori di handicap, ma nella parte di marciapiede già pavimentata, il diametro delle aiuole lasciate libere per la ripiantumazione di nuove essenze arboree è talmente ampio che in molti punti sembrerebbe precludere il transito ai disabili su carrozzina.
Per questi motivi abbiamo presentato un'interpellanza con cui chiediamo all’amministrazione comunale di spiegare se si sia trattato di un errore o se la scelta di realizzare alcune aiuole più ampie di altre sia motivata da altre ragioni tecniche. Chiediamo, inoltre, di specificare se lungo via Curtatone e Montanara siano in programma altri abbattimenti di alberi e, in caso affermativo, di precisarne la quantità e, infine, di illustrare le modalità con cui è avvenuto lo smaltimento del legname derivato dall’abbattimento delle alberature, precisando l’azienda che se ne è occupata, i costi sostenuti o gli eventuali guadagni realizzati dalla vendita del legname.

domenica 21 agosto 2016

"SALVIAMO GLI ALBERI DI SUZZARA": AL VIA UNA RACCOLTA FIRME DEL M5S PER FERMARE GLI ABBATTIMENTI

Dopo il taglio dell'alberatura di via Curtatone, gli abbattimenti continuano e il M5S non starà a guardare. Per questo nelle prossime settimane lanceremo la nostra raccolta firme denominata "Salviamo gli alberi di Suzzara" per sensibilizzare i cittadini in difesa del patrimonio arboreo della nostra città.
Gli interventi messi in campo negli ultimi mesi e, a quanto pare, imminenti, rischiano di cambiare la fisionomia di Suzzara, sostituendo le storiche alberature della città con essenze arboree di tutt'altro genere e consistenza. Nello scorso mese di maggio ci siamo attivati per primi presentando un’interpellanza in consiglio comunale e il mese scorso abbiamo promosso, attraverso Territorio Zero, un incontro pubblico sul tema. Poi, in consiglio comunale, abbiamo chiesto che l'amministrazione, prima di ripiantumare via Curtatone, si confronti con i residenti.
Adesso ci rendiamo conto che la questione è molto più complessa e che non riguarda solo alcune vie, ma interessa tutta la città. Ecco il motivo del lancio di una raccolta firme del M5S. Vogliamo raccogliere centinaia di firme, perché la cittadinanza non può stare a guardare di fronte a questi abbattimenti continui e ripetuti. I caratteristici viali alberati che da sempre contraddistinguono Suzzara rischiano di diventare solo un ricordo.
Infine, sul piano politico chiederemo copie delle perizie relative ad ogni singolo albero abbattuto. Già in via Curtatone, in base alle risposte ottenute in consiglio comunale, buona parte degli alberi abbattuti non sarebbero stati ammalati.

sabato 30 luglio 2016

ASSESTAMENTO DI BILANCIO: IL NO DEL M5S

Mercoledì scorso abbiamo votato contro l'assestamento di bilancio approvato in consiglio comunale. L’aspetto maggiormente critico ci è sembrato quello relativo alla previsione di spesa per consulenze e incarichi esterni per circa 100.000 euro. Da sempre sosteniamo di essere, in linea di massima, contrari al conferimento di incarichi esterni, perché riteniamo che prima di tutto vadano valorizzate al meglio le risorse interne dell’ente. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.
Oltre 36mila euro (di cui 14mila a carico del nostro Comune) saranno destinati per uno studio di fattibilità sull’unione dei comuni tra Suzzara, Motteggiana, Pegognaga, Moglia e Gonzaga, annunciata nei giorni scorsi nel corso di una conferenza stampa. Se è vero che, secondo quanto sostengono gli esperti e vedendo la prassi seguita in Italia negli ultimi anni, le unioni risultano spesso essere la fase antecedente o in qualche modo preparatoria alle fusioni, è altrettanto vero che non più tardi di un anno fa il Partito Democratico, attraverso suoi esponenti o simpatizzanti, aveva letteralmente invaso le pagine dei giornali locali di lettere pro-fusione, in cui si sottolineavano i vantaggi di una simile operazione rispetto agli svantaggi derivanti dalle unioni.
Sembra chiaro che dopo la scelta dell’unione fra Motteggiana e Pegognaga, il Pd suzzarese abbia incassato una grossa sconfitta sul piano degli equilibri a livello provinciale e che la decisione di avviare uno studio di fattibilità sull’unione sia di fatto l’ammissione di questa sconfitta.
Ancora una volta, però, come già avevamo fatto notare un anno fa, si compie una scelta senza avere prima informato i cittadini, essersi consultati con la cittadinanza. E’ un modo di procedere che non condividiamo, che sembrerebbe confermare il peso dei partiti in decisioni di questo tipo. Poi sul fatto di questa unione fra così tanti comuni nutriamo non poche perplessità per la vastità del territorio e i possibili costi che sarebbero a carico del comune capofila che sarebbe Suzzara, come si vede dagli stessi costi dello studio di fattibilità.
Altri incarichi professionali verranno affidati per studiare il recupero di Villa Grassetti (30.000 euro) e del teatro Guido (30.000 euro),  prima ancora di capire cosa si voglia fare dentro questi contenitori.
Vi sono poi 15.000 euro destinati al potenziamento degli spazi scolastici: abbiamo chiesto maggiori informazioni, ma la maggioranza è stata molto vaga. Si parla di possibili ampliamenti di sedi scolastiche senza ancora precisare quali.
Alla viabilità saranno riservati altri due incarichi professionali per due studi di fattibilità: uno per il collegamento ciclo-pedonale tra l'abitato di Roncobonoldo e il centro e l'altro per il percorso ciclabile che collegherà Suzzara alla frazione di Tabellano, richiesto dai cittadini attraverso una raccolta firme qualche mese fa. Su queste due opere (presenti anche nel nostro programma elettorale), ovviamente, non possiamo che essere d'accordo, perché da due anni chiediamo di investire nella mobilità sostenibile. Tuttavia, di fronte a tutte questi studi di fattibilità stupisce che ancora una volta sia stata ignorata la questione di via Nievo-via Villa Inferiore, sostenuta da centinaia di firme e da anni di proteste.

giovedì 28 luglio 2016

BOCCIATA LA MOZIONE PER LO STOP AL GLIFOSATO: GRAZIE PD!


Ieri sera in consiglio comunale il Partito Democratico ha bocciato la mozione con cui il M5S ha chiesto lo stop all'utilizzo del glifosato sul territorio comunale. Per il Pd i pareri su questa sostanza sono discordanti a livello scientifico: "Non siamo in grado di decidere scientificamente, ma dobbiamo prendere delle decisioni che hanno impatto sui cittadini ma anche sulle attività" dicono i consiglieri di maggioranza, che spiegano come il glifosato sia stato inserito dall'OMS nello stesso elenco in cui è presente il caffè!
Beh, c'è una bella differenza tra una tazza di caffè e questo pericoloso erbicida che si insinua nell'acqua e nel terreno ed entra di fatto nella catena alimentare. A nulla è valso chiedere di applicare il principio di precauzione citando studi e ricerche autorevoli. Per questa maggioranza non ci sono ancora argomenti validi per vietarne l'utilizzo. Inoltre, come alcuni consiglieri del Pd hanno fatto notare si potrebbe andare incontro a possibili ricorsi da parte del mondo agricolo. Quindi, teniamoci il glifosato per ora, finché non vi saranno maggiori certezze!
Una mozione approvata all'unanimità in numerose realtà italiane (Reggio Emilia, Verona, Riva del Garda, Rovereto, Arco...) a Suzzara, ancora una volta, è pura fantascienza. 

martedì 26 luglio 2016

ECO-COMPATTATORI E STOP AL GLIFOSATO: INTERPELLANZA E MOZIONE DEL M5S DOMANI IN CONSIGLIO

Domani sera alle 21 torna a riunirsi il consiglio comunale. La seduta sarà aperta da un'interpellanza del MoVimento Cinque Stelle, con cui chiediamo maggiori informazioni sulla mancata installazione di eco-compattatori sul territorio comunale. Infatti, dopo la nostra mozione, approvata in consiglio comunale oltre un anno fa, con cui l’amministrazione comunale si impegnava a promuovere e favorire attraverso opportune iniziative l’installazione sul territorio comunale di eco-compattatori in corrispondenza di aree pubbliche, scuole, esercizi commerciali e aziende private, al fine di innescare un circolo virtuoso finalizzato alla progressiva diminuzione della quantità di rifiuto indifferenziato, di questi dispositivi non vi è traccia a Suzzara.
Nel corso della serata, inoltre, presenteremo una mozione per chiedere all’amministrazione comunale di vietare definitivamente e in maniera permanente l’impiego di tutti i prodotti a base di glifosato nel trattamento delle aree pubbliche e nel giardinaggio domestico, nell’interesse primario della salute dei cittadini e della tutela dell’ambiente e delle acque.
Il glifosato è il principio attivo dei diserbanti chimici più venduti al mondo e, nonostante numerose evidenze scientifiche ne riconoscano i rischi per la salute dell’uomo, classificandolo come possibile sostanza cancerogena, e per l’ambiente, è ampiamente usato in ambito agricolo, ma anche nel trattamento degli spazi urbani, nei bordi stradali e perfino nel giardinaggio domestico.
A livello nazionale, nel 2014 su 1.284 punti di monitoraggio delle acque superficiali, 274 (21,3%) hanno livelli di concentrazione superiore ai limiti di qualità ambientali. Purtroppo la Lombardia, con il 55,4% dei punti oltre questi limiti, ha il livello più elevato di non conformità: tra le sostanze che determinano il maggior numero di casi di superamento dei limiti vi sarebbe proprio il glifosato.
La mozione del M5S chiede, inoltre, di dare mandato agli enti preposti al controllo più punti di monitoraggio sul territorio.
La seduta si terrà presso il centro culturale "Piazzalunga" di viale Zonta e sarà videoregistrata, ma non vi sarà diretta streaming per motivi di carattere tecnico. La videoregistrazione sarà, comunque, disponibile sul sito del Comune nei prossimi giorni.

lunedì 18 luglio 2016

DOVE SONO GLI ECO-COMPATTATORI?

Nei giorni scorsi il MoVimento Cinque Stelle ha depositato un’interpellanza per chiedere maggiori informazioni sulla mancata installazione di eco-compattatori sul territorio comunale. Infatti, dopo la nostra mozione, approvata in consiglio comunale oltre un anno fa, con cui l’amministrazione comunale si impegnava a promuovere e favorire attraverso opportune iniziative l’installazione sul territorio comunale di eco-compattatori in corrispondenza di aree pubbliche, scuole, esercizi commerciali e aziende private, al fine di innescare un circolo virtuoso finalizzato alla progressiva diminuzione della quantità di rifiuto indifferenziato, di questi dispositivi non vi è traccia a Suzzara.
Gli eco-compattatori sono dei contenitori per la raccolta differenziata in grado di compattare tappi di plastica, bottiglie in PET (o altri materiali plastici) e alluminio, grazie ai quali il volume del rifiuto viene ridotto di venti volte e consegnato direttamente alle aziende di riciclaggio senza passare dalla discarica, per essere separato e compresso, né dai siti di stoccaggio. Oltre a limitare l’impatto ambientale, l’eco-compattatore garantisce un risparmio economico, soprattutto nel lungo periodo: in 12 mesi può contrarre del dieci per cento il consumo di carburante per il trasporto dei rifiuti e aumentare del 4,5 per cento la quantità di plastica raccolta, sottraendola dalla immondizia indifferenziata, che rappresenta un costo non indifferente per le amministrazioni cittadine.
Questi dispositivi, sempre più diffusi presso numerosi comuni italiani, possono essere installati presso aree pubbliche, scuole, musei, supermercati, cinema e teatri, aziende private; grazie ad apposite tessere e alla possibilità di misurare la quantità di plastica e alluminio destinata al riciclaggio da parte di ogni singolo cittadino, si potrebbe attuare su larga scala il principio secondo cui più si ricicla, più si risparmia. Inoltre, in molte realtà italiane, grazie ad apposite convenzioni, i cittadini virtuosi vengono premiati con buoni per la spesa o validi per particolari sconti.
Con questa interpellanza, che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale, il M5S chiede di conoscere con precisione i motivi alla base della mancata installazione degli eco-compattatori sul territorio comunale e se l’amministrazione intenda dare attuazione all’impegno assunto con l’approvazione della mozione, precisando modalità e tempi di realizzazione.

lunedì 11 luglio 2016

STOP AL GLIFOSATO: MOZIONE DEL M5S DI SUZZARA

Nei giorni scorsi il gruppo consiliare del MoVimento Cinque Stelle di Suzzara ha depositato una mozione per chiedere all’amministrazione comunale di vietare definitivamente e in maniera permanente l’impiego di tutti i prodotti a base di glifosato nel trattamento delle aree pubbliche e nel giardinaggio domestico, nell’interesse primario della salute dei cittadini e della tutela dell’ambiente e delle acque.
Il glifosato è il principio attivo dei diserbanti chimici più venduti al mondo e, nonostante numerose evidenze scientifiche ne riconoscano i rischi per la salute dell’uomo, classificandolo come possibile sostanza cancerogena, e per l’ambiente, è ampiamente usato in ambito agricolo, ma anche nel trattamento degli spazi urbani, nei bordi stradali e perfino nel giardinaggio domestico. E’ tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata e, infatti, è uno dei contaminanti principali delle acque, come ampiamente confermato da dati internazionali e il suo uso è aumentato rapidamente anche in seguito allo sviluppo di coltivazioni geneticamente modificate sempre più resistenti alla sostanza.
L’uso estensivo e sistematico del diserbo mette a rischio la salute degli operatori e della popolazione nebulizzando un prodotto chimico tossico, che agisce a distanza di vari giorni lungo le strade e negli abitati; abbassa drasticamente la biodiversità vegetale e animale e la capacità di autoregolazione dei numerosi habitat seminaturali che garantiscono, oltre a un aspetto gradevole, la funzionalità e la biodiversità biologica delle scarpate stradali.
A livello nazionale, nel 2014 su 1.284 punti di monitoraggio delle acque superficiali, 274 (21,3%) hanno livelli di concentrazione superiore ai limiti di qualità ambientali. Purtroppo la Lombardia, con il 55,4% dei punti oltre questi limiti, ha il livello più elevato di non conformità: tra le sostanze che determinano il maggior numero di casi di superamento dei limiti vi sarebbe proprio il glifosato.
La mozione del M5S chiede, inoltre, di dare mandato agli enti preposti al controllo più punti di monitoraggio sul territorio.

venerdì 1 luglio 2016

ORARI RIDOTTI PER SALE E SLOT: MOZIONE APPROVATA!

Ieri sera il consiglio comunale ha approvato all'unanimità la mozione del MoVimento 5 Stelle che chiedeva una riduzione degli orari di apertura delle sale e di funzionamento degli apparecchi da gioco in tutti gli esercizi del territorio suzzarese.
Si tratta di un risultato molto significativo, perché aggiunge un altro tassello al nostro impegno concreto per contrastare l’insorgere di fenomeni devianti nell’utilizzo degli apparecchi da gioco, a tutela, soprattutto, di giovani ed anziani, fruitori forse più fragili e meno consapevoli, che possono cadere in vere forme di dipendenza patologica.
Con questa mozione abbiamo chiesto che l’amministrazione comunale, attraverso l'emissione di un'ordinanza del sindaco, si impegni a stabilire la disciplina degli orari di esercizio delle sale da gioco e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro negli esercizi presenti nel territorio comunale ovvero presso bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali e ricevitorie, in modo che l’orario di apertura o di funzionamento degli apparecchi venga ridotto esclusivamente alla fasce orarie comprese dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 18 alle 23.
Un altro risultato conseguito dal M5S a Suzzara in questi primi due anni di mandato, che conferma il nostro impegno costante verso le fasce più deboli della popolazione.


giovedì 30 giugno 2016

INTERPELLANZA SUL LAVORO E MOZIONE CONTRO LE SLOT STASERA IN CONSIGLIO

Stasera torna a riunirsi il consiglio comunale. All'ordine del giorno vi sono due atti presentati dal MoVimento 5 Stelle: un'interpellanza sul tema del lavoro e la mozione per contrastare il gioco d'azzardo.
L'interpellanza riguarda ancora il caso degli operai della ex Tasselli: abbiamo chiesto se e quali iniziative concrete abbia avviato l’Amministrazione comunale per dare una risposta concreta a questa problematica e se il Sindaco e la Giunta comunale abbiano provveduto a incontrare i lavoratori per verificare le singole situazioni di precarietà e tentare di individuare possibili soluzioni.
Con la mozione, invece, chiediamo che l’amministrazione comunale si impegni a stabilire la disciplina degli orari di esercizio delle sale giochi e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro negli esercizi presenti nel territorio comunale ovvero presso bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali e ricevitorie, in modo che l’orario di apertura o di funzionamento degli apparecchi venga ridotto esclusivamente alla fasce orarie comprese dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 18 alle 23. 
Riteniamo che debba essere adottato ogni mezzo a disposizione dell’Amministrazione comunale a tutela della propria comunità, volto a limitare l’uso degli apparecchi e dei congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da gioco d’azzardo. Come già accaduto in altri comuni, è facoltà del sindaco usare lo strumento dell’ordinanza per disciplinare gli orari di funzionamento degli apparecchi d’intrattenimento con lo scopo di contrastare l’insorgere di fenomeni devianti nell’utilizzo degli stessi, tenendo conto che fra i fruitori vi sono giovani ed anziani, soggetti forse più fragili e meno consapevoli che possono cadere in vere forme di dipendenza patologica.

martedì 28 giugno 2016

CONSIGLIO APERTO SULLE SCUOLE: SUZZARA PARTECIPA!

Il fatto che in una realtà come Suzzara i cittadini abbiano iniziato a comprendere l’importanza di partecipare e di voler dire la loro sulle scelte di chi amministra ci sembra molto significativo e rappresenta, se vogliamo, anche un piccolo segnale di cambiamento sul quale il MoVimento Cinque Stelle insiste sin dalla sua nascita, nella nostra città.
Le critiche e, in qualche caso, le ennesime insinuazioni del Partito Democratico sui presunti secondi fini dell'iniziativa, promossa dal M5S e dagli altri gruppi di minoranza, ieri sera sono cadute nel vuoto e sono state sonoramente commentate con cenni di disapprovazione dal pubblico presente in sala, che, invece, ha ringraziato per l'opportunità ricevuta di un nuovo confronto e ha attaccato pesantemente la maggioranza.
Uno a uno, cittadini e docenti, si sono alternati al microfono per portare la loro testimonianza e chiedere spiegazioni sull'assegnazione delle nuove aule del plesso "Marco Polo". In molti hanno dichiarato di "sentirsi non ascoltati da questa amministrazione".
Il M5S ha chiesto che fosse reso pubblico il verbale relativo al sopralluogo effettuato nelle scorse settimane nei due comprensivi, che era stato proposto proprio al fine di consentire all'amministrazione comunale di prendere una decisione in merito alle nuove aule. Purtroppo, ieri sera, abbiamo appreso dall'assessore Zaldini che non esiste alcun verbale di quel sopralluogo! Questo non ha fatto altro che accrescere il malcontento dei presenti e noi stessi siamo rimasti sconcertati.
Le reali motivazioni alla base dell'assegnazione degli spazi non sono emerse dal confronto e le osservazioni formulate dal pubblico sono state respinte al mittente una a una. Come hanno detto i cittadini stessi, il dialogo con chi amministra non ha funzionato e non funziona. In molti, al termine della seduta, hanno avuto la percezione di trovarsi di fronte a un muro invalicabile. Eppure, è proprio da iniziative come quella di ieri sera, attraverso la partecipazione e il confronto diretto tra cittadini e amministratori, che può iniziare il cambiamento. Anche a Suzzara.

martedì 21 giugno 2016

MOZIONE M5S: ORARI RIDOTTI PER SALE E APPARECCHI DA GIOCO

Continua l’azione di contrasto al gioco d’azzardo del M5S di Suzzara: nei giorni scorsi abbiamo depositato una mozione con cui chiediamo una riduzione degli orari di apertura delle sale e di funzionamento degli apparecchi da gioco in tutti gli esercizi del territorio comunale. Si tratta di un nuovo attacco sferrato alle slot, dopo l’introduzione di sgravi fiscali sulla tariffa dei rifiuti per quegli esercizi che rinunciano agli apparecchi slot e videolottery, adottato dal Comune in seguito alla nostra mozione, approvata dal Consiglio comunale nel novembre del 2014.
Riteniamo che debba essere adottato ogni mezzo a disposizione dell’Amministrazione comunale a tutela della propria comunità, volto a limitare l’uso degli apparecchi e dei congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da gioco d’azzardo. Come già accaduto in altri comuni, è facoltà del sindaco usare lo strumento dell’ordinanza per disciplinare gli orari di funzionamento degli apparecchi d’intrattenimento con lo scopo di contrastare l’insorgere di fenomeni devianti nell’utilizzo degli stessi, tenendo conto che fra i fruitori vi sono giovani ed anziani, soggetti forse più fragili e meno consapevoli che possono cadere in vere forme di dipendenza patologica.
Per raggiungere questi obiettivi il M5S ha chiesto che l’amministrazione comunale si impegni a stabilire la disciplina degli orari di esercizio delle sale giochi e di utilizzo degli apparecchi di intrattenimento e svago con vincite in denaro negli esercizi presenti nel territorio comunale ovvero presso bar, ristoranti, alberghi, rivendite di tabacchi, esercizi commerciali e ricevitorie, in modo che l’orario di apertura o di funzionamento degli apparecchi venga ridotto esclusivamente alla fasce orarie comprese dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 18 alle 23. La mozione chiede, inoltre, che sia incaricato il Comando della Polizia Locale della sorveglianza e dell’esecuzione del provvedimento e all’applicazione, in caso di violazione di tutte le disposizioni previste, della sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di euro 25 ad un massimo di euro 500.

giovedì 9 giugno 2016

CANILE E ASSEGNO CIVICO, MOZIONI BOCCIATE DAL PD

Nel corso del consiglio comunale di lunedì scorso le mozioni presentate dal M5S sul canile e sull’istituzione dell’assegno civico sono state respinte dal Pd.
Avevamo chiesto alla maggioranza di avvalersi della facoltà di revoca della partecipazione alla gestione del canile intercomunale entro il mese di giugno del corrente anno per considerare altre soluzioni. Il consigliere Juri Daolmi ha, infatti, criticato la convenzione in essere, secondo cui, i costi a carico del Comune di Suzzara prevedono una quota fissa pari al 25% del costo mensile del servizio da ripartirsi in maniera direttamente proporzionale al numero degli abitanti, ma il Partito Democratico ha ribadito l’intenzione di non uscire dalla convenzione intercomunale, come hanno già fatto altri Comuni della zona (fra cui Moglia) e di attendere l’esito di una nuova gara di affidamento. “Si tratta di una scelta per noi inaccettabile, perché era necessario uscire dalla convenzione intercomunale e valutare soluzioni maggiormente vantaggiose” ha dichiarato Daolmi.
Dopo il recente no alla mozione per la ricollocazione degli operai della ex Tasselli, ne è arrivato un altro sullo stesso tema del lavoro e del sostegno al reddito. La proposta di valutare l’istituzione di una forma di assegno civico per le persone in difficoltà in cambio di prestazioni occasionali socialmente utili, approvata già in altre realtà italiane da maggioranze anche di centrosinistra, è stata respinta dalla maggioranza, che ha annunciato l’intenzione di proseguire con la Banca del Tempo in collaborazione con la Consulta del Volontariato.
“L’assegno civico non risolve il problema delle povertà, ma sarebbe un segnale importante. E’ uno strumento legittimo, che esiste da nord a sud, già attivo in diversi Comuni italiani, ma qua a Suzzara sembra impossibile da attuare. E’ un problema di volontà politica”.

lunedì 6 giugno 2016

STASERA CONSIGLIO COMUNALE: SCUOLE, ASSEGNO CIVICO E CANILE NEGLI ATTI PRESENTATI DAL M5S

Questa sera torna a riunirsi il consiglio comunale per l'approvazione del rendiconto dell'esercizio finanziario relativo al 2015. La seduta avrà inizio alle ore 21.
All'ordine del giorno vi sono anche un'interpellanza e due mozioni del MoVimento 5 Stelle.
L'interpellanza, che aprirà la seduta, riguarda una richiesta di informazioni relativa alla costruzione della scuola "Marco Polo" di via Iotti, alla luce delle notizie apparse sugli organi di stampa, in seguito all'inchiesta, che sarebbe stata aperta nel modenese nell'ambito della ricostruzione post-sisma.
I consiglieri del M5S hanno chiesto se la Giunta Comunale e, in particolare, il competente assessorato, si sia già attivato per le opportune verifiche e se all’epoca della realizzazione dell’opera siano stati condotti test sui materiali usati e, in tal caso, se sia possibile fornire al Consiglio Comunale copia dei verbali e della relativa documentazione.
In seguito, con la prima mozione chiederemo di destinare una somma congrua del bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.
Infine, presenteremo una seconda mozione per chiedere all'amministrazione comunale di avvalersi della facoltà di revoca dalla convenzione intercomunale per la gestione del canile.

mercoledì 25 maggio 2016

ABBATTIMENTO DELL'ALBERATURA DI VIA CURTATONE E MONTANARA: GLI ALBERI NON ERANO MALATI!

In risposta alla nostra interpellanza sull'abbattimento dell'alberatura di via Curtatone e Montanara, ieri sera abbiamo appreso che sui 53 alberi tagliati (ai quali, in una seconda fase, dovrebbero aggiungersene altri nel tratto compreso tra via Baracca e via Nievo) non sono stati effettuati esami.
Infatti, gli alberi non sarebbero stati abbattuti in quanto ammalati, ma nell'ottica di un progetto complessivo di riqualificazione, anche viabilistica, del marciapiede per l'abbattimento delle barriere architettoniche.
Non riusciamo a credere che non fosse possibile evitare un intervento così drastico, che ha cambiato la fisionomia di uno dei viali più belli della città, anche se gli alberi saranno in futuro sostituiti da essenze arboree meno invasive.
Non possiamo che esprimere tutto il nostro dissenso per quanto avvenuto, preoccupati anche per il diffuso silenzio delle associazioni ambientaliste locali.

lunedì 23 maggio 2016

DOMANI SERA ANCORA CONSIGLIO COMUNALE: UN'INTERPELLANZA E TRE MOZIONI DEL M5S

Domani sera torna a riunirsi il consiglio comunale. La seduta avrà inizio alle ore 21.
All'ordine del giorno vi sono un'interpellanza e tre mozioni del MoVimento 5 Stelle, ormai in attesa di essere trattate da diverse settimane.
L'interpellanza, che aprirà la seduta, riguarda l’intervento avviato in via Curtatone e Montanara per l'abbattimento delle barriere architettoniche nell'ambito della riqualificazione del marciapiede, che ha comportato l’abbattimento dell’alberatura stradale lungo un considerevole tratto di questa importante strada del centro abitato. I consiglieri Rosselli e Daolmi hanno chiesto quanti alberi siano stati effettivamente abbattuti e per quale motivo sia stata presa in considerazione una soluzione così drastica, quali esami siano stati eseguiti prima del taglio, da parte di chi e da quale eventuale malattia o parassiti fossero affetti gli alberi tagliati. In caso di un’eventuale patologia, il M5S ha chiesto quali trattamenti siano stati fatti negli ultimi anni e/o recentemente e se siano state prese in esame altre soluzioni di carattere conservativo, che consentissero l’abbattimento delle barriere architettoniche e la salvaguardia dell’alberatura esistente.
Con la prima delle mozioni, invece, proporremo all'amministrazione di istituire un tavolo di confronto per il miglioramento della gestione del servizio di refezione scolastica e per discutere dell’opportunità di offrire ai genitori e ai ragazzi la libertà di scelta tra il servizio mensa e il pasto portato da casa.
In seguito, chiederemo di destinare una somma congrua del bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.
Infine, presenteremo una mozione per chiedere all'amministrazione comunale di avvalersi della facoltà di revoca dalla convenzione intercomunale per la gestione del canile.

SERATA SUL REDDITO DI CITTADINANZA, ECCO IL VIDEO

E' disponibile sul canale YouTube del MoVimento 5 Stelle di Suzzara la registrazione audio-video della serata sul reddito di cittadinanza del 12 maggio scorso, alla quale hanno partecipato il nostro portavoce alla Camera Danilo Toninelli e l'esperto di economia Gabriele Pernechele. Ecco il link per visualizzare la registrazione: https://www.youtube.com/watch?v=F4XbbM80F8s&feature=share

venerdì 20 maggio 2016

DOMANI M5S IN PIAZZA PER I REFERENDUM

Domani mattina, sabato 21 maggio, dalle ore 10 alle 12.30, saremo in piazza Castello a Suzzara per il nostro primo "Firma Day" dedicato alla raccolta delle firme per i referendum costituzionali, per i referendum sociali e per una petizione sull'acqua pubblica per far rispettare l'esito del quesito referendario del 2011.
Al banchetto per la raccolta delle firme i cittadini troveranno tre moduli: uno per arrivare al referendum costituzionale e due per l'abrogazione di norme fondamentali della legge elettorale (premio di maggioranza  e candidati bloccati) per fermare questo stravolgimento delle regole istituzionali che porterebbe l’esecutivo a prevalere sul Parlamento.
Inoltre, i cittadini potranno firmare anche per i quattro referendum sociali che chiedono l’abrogazione di diverse normative approvate dal governo su scuola, trivelle, beni comuni come l’acqua e inceneritori. Non mancate!

mercoledì 18 maggio 2016

ZERO PARTECIPAZIONE: IL M5S NON VOTA IL DUP E STA IN SILENZIO PER PROTESTA

Ieri sera il M5S non ha partecipato alla discussione sul Documento unico di programmazione e sul bilancio di previsione per il 2016, abbandonando in segno di protesta l'aula. Abbiamo seguito in silenzio i lavori del consiglio per esprimere il nostro forte dissenso per le modalità con cui si è arrivati a questo importante strumento amministrativo, che va in consiglio prima ancora che venga discusso e approvato il consuntivo della precedente gestione. Non è, infatti, accettabile, a nostro avviso, procedere in questo modo, perché il consiglio comunale non viene messo nelle condizioni di valutare in modo adeguato le cifre e i dati contenuti nel Dup, soprattutto perché ormai siamo oltre i termini consentiti e ci sarebbe stato tutto il tempo per procedere in modo finalmente diverso. Ma aspettarsi un segnale innovativo di dialogo e partecipazione dal Partito Democratico di Suzzara forse è chiedere troppo.
Non abbiamo partecipato alla votazione anche per il modo unilaterale con cui la maggioranza sta amministrando, senza coinvolgere in alcun modo i gruppi di opposizione e la cittadinanza, calando dall’alto scelte politiche e strategie, come dimostra anche il recente rifiuto di aprire ai rappresentanti della minoranza il tavolo delle politiche scolastiche. Del resto le ultime occasioni di confronto con la cittadinanza sui temi della scuola e del lavoro, create e promosse dal M5S, hanno mostrato apertamente la distanza tra questa maggioranza e le problematiche dei cittadini.
Ieri sera, dunque, ci siamo comportati come cittadini che non vengono ascoltati e sono sentiti come un fastidio, per cui ce ne staremo in silenzio.
Una considerazione, però, ci sentiamo di farla su questo bilancio. Colpisce che il DUP, un documento di 150 pagine che copre una programmazione di opere, interventi e intenti per un arco temporale di tre anni non contenga un progetto razionale e organico per una mobilità sostenibile. E’ un argomento a cui teniamo molto e sentito anche, crediamo, da buona parte della cittadinanza. Prova ne sono le recenti raccolte di firme che chiedono risposte proprio su temi viabilistici che possono incidere sulla qualità della vita di molti cittadini. Ebbene, fatta eccezione per tre piccoli tratti di ciclopedonale che, come accade per i percorsi già esistenti, nascono e muoiono in una via, senza continuità, altro non c’è. Un piano di ciclabili serio, che colleghi tutte le frazioni al centro e che completi e ottimizzi la rete già in essere è, secondo noi, fattibile e necessario. Tutte le città, piccole o grandi che siano, che intendono conseguire elevati standard di vivibilità e anche di modernità, vanno in quella direzione.
Anche il gruppo consiliare Suzzara Civica ha abbandonato l'aula.

martedì 17 maggio 2016

STASERA CONSIGLIO SUL BILANCIO. TRE MOZIONI DEL M5S ALL'ORDINE DEL GIORNO.

Stasera torna a riunirsi il consiglio comunale per approvare il Documento unico di programmazione e il bilancio di previsione per il triennio 2016-2018. La seduta avrà inizio alle ore 20.
All'ordine del giorno vi sono anche tre mozioni del MoVimento 5 Stelle. Proporremo all'amministrazione di istituire un tavolo di confronto per il miglioramento della gestione del servizio di refezione scolastica e per discutere dell’opportunità di offrire ai genitori e ai ragazzi la libertà di scelta tra il servizio mensa e il pasto portato da casa.
In seguito, chiederemo di destinare una somma congrua del bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.
Infine, presenteremo una mozione per chiedere all'amministrazione comunale di avvalersi della facoltà di revoca dalla convenzione intercomunale per la gestione del canile.

giovedì 12 maggio 2016

VIABILITA' ATTORNO AL MILIONE, SITUAZIONE CHE SI TRASCINA DA ANNI

Il M5S ha più volte denunciato la situazione caotica della viabilità attorno all'istituto comprensivo "Il Milione", che è stata oggetto di una nostra interpellanza presentata in consiglio il 26 settembre del 2014. Quindi, la situazione di caos, che, secondo l'assessore Bianchi sarebbe frutto dell'ordinanza emessa in seguito alle decisioni prese dalla dirigente dell'istituto, è sul piano politico un tentativo di scaricare su altri responsabilità di chi ha amministrato in tutti questi anni, che non ha saputo snellire il traffico nell'area, per esempio favorendo la creazione anche di percorsi ciclopedonali sicuri. Basta vedere lo stato di dissesto in cui versano i marciapiedi di via Caleffi.
E’ politicamente scorretto attribuire alla scuola le responsabilità di questa situazione, tanto più che, dalle informazioni in nostro possesso, quasi nessun alunno in questi giorni è entrato in ritardo o vi sono state particolari proteste. La situazione di via Sombor, per esempio, è nettamente migliorata: ora è possibile raggiungere la scuola a piedi in tutta sicurezza senza essere pericolosamente sfiorati dalle auto.
Inoltre, è bene precisare che la decisione presa dalla dirigente di aprire i cancelli non prima delle 7.50 è la diretta conseguenza della mancata concessione alla scuola di personale per la sorveglianza degli alunni in cortile, che, come il prescuola, compete all’amministrazione comunale, presente fino all'anno scorso e non rinnovata all'inizio di questo anno scolastico, nonostante la richiesta dell'istituto. Quindi, in seguito alla scelta politica della maggioranza di mettere a pagamento il servizio prescuola, da noi duramente contestata, chi paga, entra alle 7.30, chi non paga, invece, resta fuori! E’, quindi, ingiusto addossare alla dirigente scolastica responsabilità non sue.
Ricordo, infine, che il M5S lo scorso anno ha presentato al tavolo della viabilità una proposta di modifica della viabilità attorno all'istituto, prevedendo la creazione di numerosi posti auto in via Togliatti, una ciclabile sicura e la creazione di un anello di sensi unici per favorire l'accesso sicuro è agevole alla scuola da parte di auto, ciclisti e pedoni. Siamo al corrente che l'amministrazione sta provvedendo a modificare la viabilità per il prossimo anno, ma ovviamente nessuno ci ha informato in modo dettagliato, alla faccia della partecipazione.

mercoledì 11 maggio 2016

DOMANI SERA INCONTRO CON DANILO TONINELLI A SUZZARA


Il lavoro è il nostro chiodo fisso. In questi quasi due anni di presenza a Suzzara ci siamo occupati più volte di questa problematica, incontrando lavoratori in difficoltà di varie realtà produttive e portando in consiglio comunale interpellanze e mozioni per chiedere maggiore attenzione su questo tema. Circa due mesi fa abbiamo chiesto un impegno preciso per i lavoratori della ex Tasselli, ma abbiamo ricevuto un secco no dalla maggioranza.
Di tutto questo e di molto altro parleremo domani sera GIOVEDI' 12 MAGGIO alle ORE 21 alla sala civica di Suzzara con il nostro portavoce alla Camera Danilo Toninelli e l'esperto di economia Gabriele Pernechele in una serata dedicata al tema del reddito di cittadinanza. Vi aspettiamo numerosi!

venerdì 6 maggio 2016

ALBERATURA DI VIA CURTATONE E MONTANARA: IL M5S CHIEDE CHIARIMENTI

I nostri portavoce in consiglio comunale hanno presentato nei giorni scorsi un'interpellanza in riferimento all’intervento avviato in via Curtatone e Montanara per l'abbattimento delle barriere architettoniche nell'ambito della riqualificazione del marciapiede, che ha comportato l’abbattimento dell’alberatura stradale lungo un considerevole tratto di questa importante strada del centro abitato.
I consiglieri Rosselli e Daolmi hanno chiesto quanti alberi siano stati effettivamente abbattuti e per quale motivo sia stata presa in considerazione una soluzione così drastica, quali esami siano stati eseguiti prima del taglio, da parte di chi e da quale eventuale malattia o parassiti fossero affetti gli alberi tagliati. In caso di un’eventuale patologia, il M5S ha chiesto quali trattamenti siano stati fatti negli ultimi anni e/o recentemente e se siano state prese in esame altre soluzioni di carattere conservativo, che consentissero l’abbattimento delle barriere architettoniche e la salvaguardia dell’alberatura esistente.

lunedì 2 maggio 2016

GIOVEDI' 12 MAGGIO A SUZZARA SERATA SUL REDDITO DI CITTADINANZA

Giovedì 12 maggio alle ore 21, presso la sala civica di via Montecchi, parleremo di reddito di cittadinanza e lavoro con il portavoce del M5S alla Camera Danilo Toninelli e con l'esperto di economia Gabriele Pernechele.
Nel corso della serata si discuterà anche delle iniziative legate al sostegno al reddito, fra cui la mozione per l'istituzione dell'assegno civico presentata dal gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle di Suzzara.

mercoledì 27 aprile 2016

SCUOLE: ANCORA RISPOSTE ZERO!

Ancora zero risposte dalla maggioranza al termine del consiglio comunale aperto sugli spazi scolastici, chiesto dal M5S insieme agli altri gruppi della minoranza.
Alla seduta erano presenti oltre 100 persone, fra cui molti genitori e operatori del mondo della scuola. Abbiamo sempre detto che vorremmo una cittadinanza più presente e partecipe sui problemi della città. L'ampia partecipazione di ieri testimonia quanto il tema stia a cuore ai suzzaresi e quanto sia stato giusto creare un'occasione di confronto con gli amministratori.
Moltissimi gli interventi e le richieste dei partecipanti, che hanno accusato la maggioranza di non dare risposte adeguate al problema della carenza di spazi e hanno avanzato anche alcune proposte, fra cui la possibile destinazione temporanea di un alcuni spazi del centro culturale "Piazzalunga" al vicino istituto comprensivo 1.
Nonostante questo, la sinistra suzzarese (o quello che ne resta...) ha avuto ancora il coraggio di agitare lo spettro della strumentalizzazione nei confronti della minoranza. Ecco, questi signori non capiscono che c'è una bella differenza tra fomentare i cittadini e cogliere i disagi già in atto e dar loro voce, in quanto le risposte non arrivano mai. Ed è quello che si è voluto fare con questo consiglio aperto: dare voce ai cittadini e alle loro richieste per spingere l'amministrazione a fornire risposte concrete e precise. E' inammissibile ritrovarsi al 27 di aprile ancora senza sapere con precisione la dislocazione delle classi nel prossimo anno scolastico.
Crediamo che non dovrebbero esserci scuole di serie A e scuole di serie B, che bisognerebbe fare in modo che entrambi i comprensivi beneficiassero di sedi nuove, sicure e moderne in egual misura. E’, infatti, innegabile che negli anni alcuni plessi scolastici siano stati fortemente penalizzati e altri no, basta osservare le aule, le tinteggiature, le attrezzature, le pavimentazioni, le disponibilità e le condizioni dei servizi igienici, dei laboratori e degli spazi per il sostegno.
Chi amministra ha il dovere di prendere delle decisioni per tempo: non decidere ha lo stesso valore di una scelta politica sbagliata e non fa altro che alimentare inutili diatribe tra le famiglie.

giovedì 21 aprile 2016

MARTEDI' 26 APRILE CONSIGLIO COMUNALE APERTO SULLA SCUOLA

Martedì 26 aprile, alle ore 21, presso la sala consiliare di via Montecchi, si terrà la seduta del consiglio comunale aperto sulle problematiche relative agli spazi scolastici, richiesto dal MoVimento 5 Stelle, unitamente alle altre forze di minoranza.
La seduta è aperta al pubblico e i cittadini potranno intervenire al dibattito, seguendo questa procedura: è necessario compilare un modulo, che si può scaricare dal sito Internet del Comune di Suzzara (http://www.comune.suzzara.mn.it/servizi/notizie/notizie_fase02.aspx?ID=58979), e rispedirlo via posta elettronica entro le ore 10 di martedì 26 aprile a questo indirizzo: info@comune.suzzara.mn.it

mercoledì 13 aprile 2016

NO ALLA SPERIMENTAZIONE DELLA VIABILITA' PROPOSTA DAI CITTADINI

Lunedì sera la maggioranza ha bocciato la nostra mozione con cui chiedevamo l’avvio di una sperimentazione per ridurre il numero di auto in via Nievo e Villa Inferiore, proposta dal Comitato di cittadini “Petizione 18286”, attraverso l’istituzione di due sensi unici con corsia in senso opposto, riservata ai soli residenti.
La soluzione è stata criticata dall’assessore Bianchi, soprattutto per i costi che, a suo avviso, comporterebbe in termini di monitoraggio della zona a traffico limitato tramite centrale operativa o con la presenza giornaliera della polizia municipale.
In realtà, la mozione non parla né di una centrale operativa né di controlli giornalieri. La stessa maggioranza ha recentemente presentato alla cittadinanza una modifica della viabilità per l’incrocio tra strada Roncobonoldo e via Marx, non prevedendo certo controlli quotidiani. La verità è che su via Nievo e Villa Inferiore non c’è probabilmente alcuna volontà politica di intraprendere una sperimentazione. Si parla di partecipazione e di ascolto dei cittadini e poi si ignorano da quasi due anni le richieste di un comitato con oltre 400 firme di cittadini, supportate dai dati delle circa 14.000 auto che passano ogni giorno. Di cosa altro c’è bisogno? Perché si continua a non proporre una soluzione al volume eccessivo di traffico?.
Al termine della votazione, dopo la bocciatura della mozione da parte del Pd, i rappresentanti del Comitato di cittadini hanno abbandonato la sala consiliare, contestando apertamente l’operato della maggioranza.

lunedì 11 aprile 2016

STASERA IN CONSIGLIO QUATTRO MOZIONI DEL M5S

Questa sera vi aspettiamo in consiglio comunale alle ore 20.30. Nel corso della seduta presenteremo ben quattro mozioni, forse è meglio dire "vorremmo" presentare e usiamo il condizionale, perché ormai il ritardo che si accumula per i nostri atti è cronico.
Cominceremo con la richiesta dell'attivazione di una modifica sperimentale della viabilità dell'area di via Nievo-via Villa Inferiore, come richiesto dai cittadini nei mesi scorsi, attraverso la creazione di un percorso di senso unico e l'istituzione di una zona a traffico limitato, che renderebbe pari a zero il disagio per i residenti.
Nella seconda mozione chiederemo la collocazione nel territorio comunale di cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti e per le deiezioni dei cani.
In seguito, proporremo all'amministrazione di istituire un tavolo di confronto per il miglioramento della gestione del servizio di refezione scolastica e per discutere dell’opportunità di offrire ai genitori e ai ragazzi la libertà di scelta tra il servizio mensa e il pasto portato da casa.
Infine, chiederemo di destinare una somma congrua del prossimo bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico  a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.

venerdì 8 aprile 2016

DOMANI M5S IN PIAZZA CONTRO LE TRIVELLE

Domani, sabato mattina 9 aprile, dalle 10 alle 12, saremo in piazza Castello a Suzzara con il nostro gazebo informativo per sensibilizzare l’opinione pubblica sul referendum del prossimo 17 aprile.
Nonostante quasi nessuno ne parli, saremo tutti chiamati a una battaglia civile contro le trivelle in mare e la devastazione delle nostre coste e del nostro Mediterraneo. Voteremo sì, perché amiamo il mare e l’ambiente meraviglioso del nostro Paese: abbiamo sole, vento e acqua a volontà e, come dice Rifkin, l’Italia dovrebbe essere l’Arabia Saudita delle rinnovabili. Votiamo, quindi, sì, perché scegliamo uno sviluppo sostenibile, perché iniziare a cambiare è possibile e perché ci opponiamo alla politica del fossile.
Questo referendum sicuramente non rappresenta la soluzione finale contro questa politica, ma è un piccolo passo, importante per far capire ai politicanti preistorici che non ci stiamo a lasciare i nostri mari ai petrolieri.
Spiegheremo anche ai nostri concittadini che un miliardo di euro investito nel petrolio produce 500 posti di lavoro, mentre un miliardo di euro investito nelle fonti rinnovabili ne produce 17000. Quindi, diciamo un forte sì per scegliere l’energia pulita.
NON MANCATE!

venerdì 25 marzo 2016

ALTRO CHE RIFIUTI ZERO!

Martedì sera abbiamo votato contro gli indirizzi proposti per l'organizzazione del pubblico servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, che sono stati approvati con il solo voto favorevole del Partito Democratico. Ecco, in sintesi, la nostra posizione, espressa nel corso della seduta del consiglio comunale.
Alla luce del recente premio ricevuto dal Comune di Suzzara a Milano nell'ambito della campagna nazionale verso rifiuti zero, il M5S di Suzzara vuole prima di tutto ringraziare i cittadini suzzaresi che, malgrado tutte le difficoltà e i costi sostenuti, sono riusciti a conseguire questo risultato importante in termini di raccolta differenziata, che testimonia una maturità e una considerevole presa di coscienza verso la tematica dei rifiuti.
Tuttavia, c'è ancora molta strada da fare verso il traguardo del cosiddetto rifiuto zero e pensiamo che solo una gestione diretta e disinteressata del Comune potrebbe accompagnarci a questo traguardo, non certo una gestione privata o mista municipalizzata con socio privato. Questa è la nostra visione. Vorremmo un servizio e una funzione che rientri totalmente sotto il controllo del Comune e, quindi, dei cittadini.
Oltre a questo, dobbiamo dire che, per ora, c’è ben poco a Suzzara della cosidetta filosofia di Rifiuti Zero. Basta percorrere quasi ogni strada per trovare sacchi dell’immondizia abbandonati, bottigliette e plastiche nei campi, quasi ovunque. Per cui al di là delle operazioni mediatiche, la realtà, purtroppo, è certamente un’altra. Lo abbiamo sottolineato più volte. La scelta dell’aumento dei costi a carico dei cittadini in caso di svuotamenti eccessivi di indifferenziato non ha fatto altro che produrre un incremento esponenziale del rifiuto abbandonato nella nostra città. Questo merita, a nostro avviso, un serio approfondimento. Quindi anche il dato dei 52kg pro abitante di indifferenziato andrebbe analizzato e comparato con questo fenomeno.
In merito alla lunga relazione depositata agli atti, ci interessa la parte relativa alle prospettive in vista del nuovo affidamento, sulla quale facciamo alcune considerazioni.
Come già detto, non è l’assessore Bianchi o chiunque altro al suo posto, che avrebbe dovuto essere premiato a Milano per i risultati raggiunti in termini di differenziata, ma i cittadini suzzaresi, che in tutti questi anni con sacrificio e dedizione hanno permesso tutto ciò senza vedere lo straccio di un premio o di una riduzione significativa delle tariffe! In termini di premialità, la relazione è troppo troppo generica e vaga!
Inoltre, ancora una volta per il calcolo del corrispettivo, non si capisce se si toglierà il riferimento alla superficie abitativa: non sono le case, ma le persone a produrre rifiuti, quindi il corrispettivo dovrebbe basarsi solo sul numero dei residenti in un'abitazione.
Infine, i dati sulla produzione dei rifiuti negli ultimi due anni, come si può vedere nella tabella, mostrano che non vi è stata alcuna riduzione significativa, soprattutto del secco ma anche del riciclabile, nulla a che vedere, quindi, ancora una volta con rifiuti zero.

Parlando di costi, notiamo che il costo effettivo del servizio nel 2014 è risultato essere pari a euro 102,05 per abitante. Se confrontiamo questo dato con Rodigo, la cifra pro-capite per la gestione dei rifiuti solidi urbani è scesa da 95 euro a 73 euro! Pensiamo che di fronte a questo dato sia inutile aggiungere altro. 
Infine, dispiace che, di fronte a un’operazione di tale portata, che ci vincolerà per i prossimi 10 anni, non si sia pensato di coinvolgere nella tanto lodata cabina di regia sull'organizzazione del servizio anche i gruppi di minoranza, espressione anch’essi di un’ampia fetta della popolazione, anche se qualcuno ogni tanto se ne dimentica.

mercoledì 23 marzo 2016

IL PD CON L'EMENDITE E LA SINISTRA CHE NON C'E'

Ieri sera, in consiglio comunale, il Partito Democratico ha bocciato la mozione con cui il MoVimento 5 Stelle ha chiesto all’amministrazione comunale di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza per favorire nel più breve tempo possibile la ricollocazione lavorativa dei lavoratori della ex Tasselli presso le aziende del territorio. A votazione conclusa, i numerosi lavoratori presenti si sono alzati e hanno abbandonato l’aula, rivolgendo un fragoroso applauso ironico e parole di disapprovazione nei confronti dei consiglieri piddini.
Ormai il Pd è affetto da “emendite cronica”, ovvero emenda ogni mozione presentata dai gruppi di minoranza, tentando di modificarne il contenuto in modo arbitrario e strumentale.
Infatti, ieri sera, per l’ennesima volta, il Pd ha provato a stravolgere la parte finale della mozione, presentando un emendamento, che abbiamo rispedito al mittente, in quanto proponeva di “istituire un tavolo sulle politiche del lavoro che analizzi le difficoltà occupazionali del territorio suzzarese ed elaborare piani di azione per limitare o contenere le conseguenze derivate dalle crisi aziendali”.
Cosa? Un altro tavolo? Già sulla vicenda, come citato nella mozione, dal 2009 a oggi si sono firmati protocolli di intesa che hanno coinvolto imprese, enti e sindacati a livello provinciale e, nonostante questi impegni, numerosi lavoratori, circa una trentina, sono ancora a spasso e hanno perso o stanno per perdere l’erogazione degli ammortizzatori sociali. Noi crediamo che i lavoratori della ex Tasselli, dopo oltre sei anni, non possano e non debbano più aspettare.
Quello del Partito Democratico è stato un incredibile autogol. Come abbiamo già detto, questo partito non è più espressione dei tradizionali valori della sinistra, a livello nazionale come a livello locale e ieri sera si è visto. Hanno aspettato quasi due anni e una mozione del M5S per inventarsi un tavolo sulle politiche del lavoro? Ma per piacere…
Inoltre, secondo l’assessore Guastalli, la mozione chiedeva all’amministrazione ciò che non potrebbe fare, ovvero alzare la cornetta per chiamare un’azienda e far assumere dei lavoratori. Peccato, perché interpretare in questo modo la nostra richiesta è davvero fuorviante. La nostra mozione chiedeva semplicemente che il Comune, per quanto di sua competenza, avviasse un monitoraggio delle possibilità occupazionali offerte dalle aziende del territorio, per individuare possibili ricollocazioni lavorative relative a una situazione di precarietà collettiva (quella della ex Tasselli) che si trascina da sei anni. Aggiungiamo e ribadiamo anche che questa distorta interpretazione non ci appartiene, anche perché il M5S non è abituato a fare telefonate per far assumere delle persone!
Davvero non capiamo perché il Pd non abbia voluto approvare una mozione così semplice e condivisibile, talmente sacrosanta da superare, a nostro avviso, anche i colori politici, perché quando si parla di persone in difficoltà che stanno per perdere tutto, non c’è partito o appartenenza che tenga: è questione di umanità. Certo, per qualcuno questo nostro atteggiamento sarà pura demagogia e populismo, ma questa accusa ormai non regge più, perché i cittadini iniziano a conoscere sempre di più lo spirito e i valori del nostro MoVimento. Il cambiamento in corso sarà lento ma inarrestabile.

martedì 22 marzo 2016

DUE INTERPELLANZE E CINQUE MOZIONI DEL M5S STASERA IN CONSIGLIO COMUNALE

Questa sera vi aspettiamo in consiglio comunale alle ore 20.45. I punti all'ordine del giorno sono davvero tanti e molto probabilmente non saranno esauriti nemmeno stavolta.
Il MoVimento 5 Stelle presenterà due interpellanze: nella prima si chiederanno informazioni circa la mancata attuazione delle proposte emerse in seno al tavolo della viabilità per le criticità riguardanti via Mitterand, che attraversa il parcheggio del centro commerciale, e il crescente caos di via Caleffi in occasione dell'ingresso e uscita da scuola. Nella seconda cercheremo di saperne di più sull'assegnazione della nuova scuola di via Iotti.
Ben cinque sono le mozioni che vorremmo presentare nel corso della serata e usiamo il condizionale, perché ormai il ritardo che si accumula per i nostri atti è cronico.
Cominceremo con quella riguardante la richiesta di un impegno dell'amministrazione comunale per favorire la ricollocazione dei lavoratori della ex Tasselli, molti dei quali stanno perdendo l'erogazione degli ammortizzatori sociali.
Poi si proseguirà con la richiesta dell'attivazione di una modifica sperimentale della viabilità dell'area di via Nievo-via Villa Inferiore, come richiesto dai cittadini nei mesi scorsi, attraverso la creazione di un percorso di senso unico e l'istituzione di una ztl che renderebbe pari a zero il disagio per i residenti.
Nella terza mozione chiederemo la collocazione nel territorio comunale di cestini per la raccolta differenziata dei rifiuti e per le deiezioni dei cani.
In seguito, proporremo all'amministrazione di istituire un tavolo di confronto per confrontarsi sul miglioramento della gestione del servizio di refezione scolastica e sull’opportunità di offrire ai genitori e ai ragazzi la libertà di scelta tra il servizio mensa e il pasto portato da casa.
Infine chiederemo di destinare una somma congrua del prossimo bilancio all’attivazione dell'assegno civico, una misura di  sostegno sociale volta ad alleviare, in un momento difficile, il disagio economico  a diverse famiglie residenti nel nostro territorio comunale.