venerdì 29 maggio 2015

PIANO RIFIUTI IN CONSIGLIO: VOTO CONTRARIO DEL M5S

Giovedì sera in consiglio comunale si è discusso del piano finanziario dei rifiuti: il M5S ha espresso voto contrario e il piano è stato approvato con il voto favorevole di Pd e Forza Italia.
Abbiamo sostenuto la necessità di cambiare la filosofia generale alla base del piano, chiedendo l'adozione da parte del Comune della strategia rifiuti zero, come già hanno fatto 215 Comuni italiani per un totale di oltre 4 milioni di abitanti. Sarebbe una scelta politica forte, così come auspichiamo che prima o poi il Comune scelga di tornare a gestire direttamente la raccolta dei rifiuti.
Poi abbiamo chiesto che la cadenza della raccolta di plastica, cartone, vetro e alluminio, a parità di costi, passi da quindicinale a settimanale per evitare che i cittadini continuino a tenersi per due settimane, in casa o nei cortili, i sacchi dei rifiuti, pensando soprattutto a quelle persone che sono impossibilitate a recarsi autonomamente in discarica.
Inoltre abbiamo chiesto che si aumentino i giorni di apertura della piattaforma ecologica e che sia istituito un servizio attraverso cui il cittadino, chiamando il numero verde di Tea, possa conoscere in tempo reale il numero di svuotamenti del secco effettuati. Su queste richieste vi è stata la disponibilità di Mantova Ambiente.
Note positive: lo sgravio della tariffa rifiuti per bar e tabaccherie che non abbiano slot machine e l'introduzione sul territorio comunale degli ecocompattatori, ottenuti grazie a due mozioni del M5S.
Voto contrario del M5S anche per le tariffe corrispettivo per il servizio rifiuti. Siamo fortemente contrari al fatto che la quota fissa della tariffa sia determinata anche dalla superficie dell’abitazione, mentre, secondo noi, come avviene in molte realtà dove è attiva la tariffazione puntuale (come nel nostro Comune), dovrebbe essere legata unicamente al numero di componenti del nucleo familiare. Non è l’abitazione che produce i rifiuti ma il numero dei suoi occupanti.

mercoledì 27 maggio 2015

IL M5S PROPONE L'ASSICURAZIONE DEL CITTADINO

Un’assicurazione stipulata dal Comune affinché i cittadini vittime di furti possano avere un’assistenza qualificata e tempestiva per piccole riparazioni, assistenza psicologica e rimborsi economici. E’ quanto abbiamo chiesto all’amministrazione comunale con una mozione, che sarà discussa nel corso del consiglio comunale di domani sera.
Sul nostro territorio comunale continuano a verificarsi episodi di microcriminalità legati ai furti nelle abitazioni private e negli esercizi commerciali. Le vittime di tali atti criminosi vengono derubati non solo di beni materiali di valore economico, ma anche della propria tranquillità e del senso di sicurezza, generando grave inquietudine e allarme.
Purtroppo il presidio e la vigilanza del territorio delle forze dell’ordine non sono sufficienti a coprire capillarmente e costantemente il territorio comunale e il sistema di videosorveglianza copre poche zone della città.
Chi subisce un furto nella propria abitazione rimane vittima sia sul piano economico che psicologico e in questo difficile periodo di crisi economica, il danno materiale causato dall’effrazione ( ad infissi, porte ecc.. ) ricade talvolta su persone in già precarie situazioni economiche e/o anziane, che oltre al furto si trovano a dover fronteggiare un ulteriore esborso per ripristinare lo stato dei luoghi.
Da queste considerazioni nasce l’idea di seguire l’esempio di altri Comuni, in cui l’amministrazione comunale ha inteso avviare iniziative sperimentali di selezione di una polizza assicurativa del patrimonio dei nuclei familiari danneggiati da furti o rapine, operando una selezione tra le offerte pervenute per determinare quella che corrisponda maggiormente all’esigenza di un primo intervento a favore del cittadino danneggiato e con un costo sostenibile da tutti.

martedì 26 maggio 2015

IL SERVIZIO PRE-SCUOLA TORNI AD ESSERE GRATIS!

Consiglio genericaAbbiamo presentato una mozione per chiedere all’amministrazione comunale di intraprendere ogni possibile iniziativa per ripristinare la gratuità del servizio pre-scuola a partire dal prossimo anno scolastico per dare un segnale concreto di supporto alle famiglie suzzaresi in questo periodo di gravi difficoltà economiche.
La scelta di far pagare ai cittadini questo servizio, contestata dal nostro gruppo consiliare nella seduta del 28 aprile scorso e introdotta dall'amministrazione con l’approvazione dell’ultimo bilancio di previsione, si compie in un momento di particolare difficoltà economica per le famiglie, già gravate dalla precaria situazione occupazionale e da un’eccessiva pressione fiscale, come testimonia, per fare un esempio recente, anche il mancato gettito IMU relativo all’anno 2014. Fra l’altro i costi a carico delle famiglie per l’acquisto del materiale scolastico (libri di testo e cancelleria) sono in continuo aumento.
Riteniamo che la scuola pubblica debba fornire servizi gratuiti al pubblico, cercando di dare risposte concrete e accessibili a tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro condizione economica. Inoltre, introdurre il servizio pre-scuola a pagamento in ambienti che, in molti casi, necessitano da anni di considerevoli interventi di manutenzione alle aule e agli spazi comuni, secondo noi, è inaccettabile.

domenica 17 maggio 2015

L'ACQUA E' UN DIRITTO: MOZIONE SUI 50 LITRI GRATUITI GIORNALIERI

acqua50litri_FotorAbbiamo presentato una mozione con cui chiediamo l’accesso gratuito per i cittadini ai primi 50 litri di acqua potabile per uso domestico. La mozione, che sarà discussa nella seduta del consiglio comunale di mercoledì prossimo 20 maggio, propone al Comune di intraprendere ogni iniziativa di propria competenza, affinché Tea SpA adotti una politica tariffaria che consenta ad ogni cittadino residente la gratuità giornaliera dei primi 50 litri di acqua potabile, senza nessun costo od onere aggiuntivo, per solo uso domestico, necessari per garantire i bisogni essenziali, tra i quali i servizi igienico-sanitari ed il pieno godimento dei diritti umani sanciti dall’ONU.
La mancata fatturazione per la gratuità dei primi 50 litri di acqua potabile potrà essere facilmente ripartita, col criterio della progressività, diluendola sulle eccedenze erogate. Questa iniziativa contribuirà a garantire ai cittadini suzzaresi la diminuzione delle bollette del servizio idrico, innescando altresì principi virtuosi di risparmio della risorsa.
La mozione fa riferimento alla risoluzione approvata il 28 luglio 2010 a New York dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che riconosce l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari tra i Diritti Fondamentali dell’Essere Umano e per questo consi-derati Universali. Il Contratto Mondiale per l’Acqua indica in circa 50 litri la quantità minima giornaliera per soddisfare i bisogni essenziali di un essere umano, necessari per favorire i servizi igienico-sanitari di base, ancora preclusi ad oltre 2,5 miliardi di persone nel mondo.
L’acqua potabile è un bene comune: indispensabile per la sopravvivenza dell’uomo; presente in natura in quantità limitata e con concentrazioni territoriali disomogenee, dunque prezioso; entrato a far parte ufficialmente della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Quindi, l’acqua potabile, almeno per il quantitativo necessario alla sopravvivenza, non può essere considerata una merce assoggettabile a logiche di libero mercato, come una qualsiasi altra merce, e pertanto deve essere necessariamente gestita fuori dalle regole di profitto.

venerdì 15 maggio 2015

CONSIGLIO IL 20 MAGGIO: IL M5S PUNTA SULL'ACQUA GRATUITA E LA SICUREZZADEI CITTADINI

Consiglio generica-2Mercoledì prossimo 20 maggio, alle ore 21, si riunirà il consiglio comunale. Sarà una seduta particolarmente intensa. Presenteremo due mozioni: una sulla fornitura gratuita dei primi 50 litri di acqua potabile al giorno ai cittadini e una sull'assicurazione del cittadino, un'iniziativa che molti gruppi del M5S stanno portando avanti e che recentemente è stata presentata e approvata anche a Guastalla. Ecco l'ordine del giorno della seduta.1. Comunicazioni del Sindaco
2. Ordine Del Giorno Presentato in data 27.04.2015 dal Consigliere Comunale Luca Fanetti del Gruppo Consiliare “Partito Democratico” relativo alla Chiusura Degli Uffici Locali Inps di Suzzara e Ostiglia
3. Azienda Speciale Suzzara Servizi Bilancio Consuntivo Esercizio 2014 - Approvazione
4. Approvazione Bilancio d'esercizio 2014 e relazione attività svolta dell'istituzione "Città Di Suzzara"
5. Approvazione Rendiconto Della Gestione Relativa All'esercizio Finanziario 2014
6. Mozione Presentata in data 13.04.2015 dal Gruppo Consiliare “Suzzara Civica” sul sostegno al Reddito e l’attuazione dei Patti Sociali per una “Cittadinanza Attiva”
7. Mozione Presentata In data 12.05.2015 dal Gruppo Consiliare “Partito Democratico” Per La Promozione Della Realizzazione Della Linea Ferroviaria Reggio Emilia-Mantova
8. Mozione presentata in data 12.05.2015 dal gruppo consiliare “Movimento 5 Stelle” per l’accesso gratuito ai primi 50 litri di acqua potabile per uso domestico.
9. Mozione presentata in data 13.05.2015 dal gruppo consiliare “Movimento 5 Stelle” per la stipula di un’assicurazione del cittadino.


Ci vediamo in consiglio! A presto

mercoledì 6 maggio 2015

VENERDI' 8 MAGGIO ALLE 21 SI PARLA DI RIFIUTI ZERO A SUZZARA

LocandinaFb.001Venerdi 8 maggio alle ore 21, presso la sala civica di via Montecchi a Suzzara, si terrà una serata informativa sulla STRATEGIA RIFIUTI ZERO, una modalità di gestione dei rifiuti che si propone di riprogettare la vita ciclica dei rifiuti considerati non come scarti ma risorse da riutilizzare come materie prime seconde, contrapponendosi alle pratiche che prevedono necessariamente processi di incenerimento o discarica e tendendo ad annullare o diminuire sensibilmente la quantità di rifiuti da smaltire. Il processo si basa sul modello di riutilizzo delle risorse presente in natura.La STRATEGIA RIFIUTI ZERO sarà presentata dall’esperto Roberto Fiorendi; parteciperà anche il chimico Gianluca Cuc, che spiegherà funzionamento e pericolosità della procedura dell'incenerimento.
La serata, che è organizzata dal M5S e dal Gruppo Territorio Zero Suzzara, sarà un'occasione imperdibile per informarsi e conoscere pratiche e passi concreti per tendere verso l'obiettivo irrinunciabile di rifiuti zero, un passo decisamente in avanti rispetto a quanto avviene oggi nei comuni della nostra zona.

BILANCIO: PRE-SCUOLA A PAGAMENTO E COSTI DELLA GALLERIA INACCETTABILI

Nel consiglio comunale del 28 aprile scorso abbiamo espresso voto contrario anche per il bilancio di previsione. Le tasse almeno per quest’anno resteranno invariate, ma per il 2016 e 2017 si prevede un ulteriore aumento dell’addizionale Irpef dallo 0,55% allo 0,75%. La botta poderosa ai contribuenti suzzaresi dell'anno scorso ha avuto come risultato che si è avuto un minor gettito Imu a causa del mancato pagamento di circa 125mila euro, dovuto alle gravi difficoltà economiche attraversate, soprattutto, da numerose attività.
Poi un’altra bella sorpresa per le famiglie. Dal prossimo anno il servizio di pre-scuola sarà a pagamento: 15 euro al mese per un totale di 120 euro all’anno a figlio con riduzione del 30% per eventuali fratelli. Ci sembra una scelta del tutto inaccettabile, che grava ulteriormente sulle famiglie, un balzello di cui non c’era assolutamente bisogno e che ci vede fortemente contrari.
Spicca, poi, ancora una volta il paradosso della galleria d’arte, che quest’anno ci costerà circa 240.000 euro (circa 20.000 euro in più dell’anno scorso) a fronte di una previsione di entrate pari a ZERO! Già l’anno scorso avevamo chiesto di sederci tutti intorno a un tavolo a ragionare per cercare di mettere fine a questo squilibrio inaccettabile e procedere a un graduale rilancio della galleria, una delle poche eccellenze che abbiamo, ma questo non è avvenuto.
Non è accettabile in questi tempi di assoluta penuria di risorse spendere ogni anno 200 o 240mila euro per la galleria senza realizzare un progetto complessivo di rilancio del contenitore e degli eventi che ospita o potrebbe ospitare.